L’anima dei supporti magnetici


Oggi, durante un viaggio in macchina ho ascoltato un album al quale sono molto affezionato. E’ “Parade” degli Spandau Ballet (nella foto). Risale alla metà degli anni ’80 e contiene alcuni brani di un rock molto raffinato che a distanza di vent’anni e passa, ancora piace. Tra le sue hits, ricordo “I’ll fly for you”, di cui conosco a memoria il testo, “Only when you leave” e “With the pride”. Ma non è dei contenuti musicali che voglio parlare. Ascoltandolo oggi, infatti, mi è venuta in mente la prima volta che ho riprodotto quel suono in un apparecchietto tutto mio. Un mio compagno di scuola, infatti, me lo duplicò in una cassetta Tdk D 46. Tdk è il marchio, “D” il modello (il più semplice di cassetta “al ferro”) e 46 la durata. Già, perchè le misure standard erano 46 minuti, 60, 90 e 120. Ma già in alcuni modelli di walkman le 90 e 120 si rovinavano facilmente, col nastro che veniva “masticato” da testina e capstan. Oggi la musica la si scarica da internet e si ascolta sugli I Pod o su qualsiasi lettore mp3. Il Cd è un supporto magnetico superato, figuriamoci le musicassette e i dischi in vinile! Io però, ai ventenni di oggi voglio raccontare dei dibattiti di vent’anni fa sulla qualità delle cassette vergini. La Tdk andava per la maggiore, seguita dalla Maxell, con le altre, dalle Sony in giù che venivano disdegnate. I più faceti registravano su cassette “al cromo” che costavano un pò di più ma avevano una maggiore fedeltà, mentre i maniaci registravano su cassette “metal” che costavano quasi quanto le originali, ma avevano un’alta fedeltà. Questi valori di fedeltà del suono, ovviamente, sono riferiti agli standard del periodo. Niente di paragonabile ai Cd o ai file mp3 e similari, che hanno livellato verso l’alto la qualità del suono. Allora variava anche la qualità delle cassette originali. Proprio così : la qualità del suono dipendeva dalle case discografiche. E così quelle della Cbs erano incise su nastri al cromo, quelle della Emi privilegiavano i toni acuti e il sound panoramico, quelle della Rca una qualità più normale, mentre quelle di altre case sfigate come la Fonit Cetra, non avevano neanche il dolby sistem, sistema di riduzione del rumore di fondo che funzionava negli apparecchi appositamente dotati. A proposito di apparecchi. Io il primo “stereo” l’ho avuto a 29 anni. Allora, era roba da ricchi o giù di lì e spesso era composto da pezzi di varie marche, con le leggende metropolitane che vantavano le virtù delle piastre Aiwa, dei piatti Technics, e così via. I vecchi dischi in vinile, così fragili e ingombranti, avevano una qualità del suono maggiore rispetto alle cassette, ma per ascoltarli ci voleva lo stereo. Io non ce l’avevo, come detto. Ma in compenso ho avuto diversi walkman, Philips, Sony (il nome commerciale “Walkman” era proprio una prerogativa dell’azienda giapponese) e altre marche minori. Difficilmente ero soddisfatto da uno di loro e ricordo l’incredibile quantità di cuffie acquistate. Roba da ridere oggi, coi minuscoli lettori mp3 che ti permettono di ascoltare ore e ore di musica in poche decine di grammi. Una cosa però la rimpiango : i pomeriggi interi passati ad ascoltare la musica in cuffia, magari sdraiato sul letto. Fu allora che mi feci una “cultura musicale” imparando un sacco di testi a memoria. Oggi ho stereo, lettore mp3, autoradio con cd, computer di ultima generazione ecc. Ma quel gusto di sdraiarmi sul letto, ascoltando una cassetta dall’inizio alla fine (alzi la mano chi non manda avanti senza ascoltare un brano non particolarmente gradito in mp3 o Cd) non l’ho più provato. Allora si gustava tutto di più. Anche fantasticare ad occhi semichiusi su un ingombrante walkman e una musicassetta col nastro che rischiava di “masticarsi” da un momento all’altro. Conservo ancora gelosamente le mie 500 e passa cassette. Ma non le ascolto mai. Un pò per paura che anche lo stereo possa masticarle, un pò perchè non ho tempo. Ma mi mancano tanto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: