G8, niente commissione d’inchiesta


TAG this image
Coi voti di tutto il centroDESTRA, supportato da Udeur e Italia dei Valori, il Parlamento italiano ha deciso di non istituire una commissione d’inchiesta sugli abusi di alcuni picchiatori mascherati da forze dell’ordine durante il G8 di Genova nel 2001. Manifestanti che dormivano insieme nella palestra di una scuola, dopo una giornata passata tra le strade del capoluogo ligure, sono stati aggrediti nel sonno a colpi di manganello, stivali e tutto ciò che potesse offenderli e umiliarli, in un tripudio di frasi urlate dai bastonatori inneggianti a Hitler e Pinochet. Certo, non mancarono gli scontri in piazza, e in uno di questi morì un giovane manifestante, quel Carlo Giuliani che era convinto, come molti di noi, che un altro mondo fosse possibile. Un altro mondo in cui carabinieri e polizia arrestano i criminali e non si accaniscono contro giovani pacifisti inermi, rimanendo altresì indifferenti alle violenze dei black block. In questi anni molte cose sono accadute nelle stanze dei bottoni dei vertici delle strutture speciali delle forze dell’ordine. Mezze ammissioni, ritrattazioni, rimozioni da incarichi e quant’altro. Il punto è che non si è fatta giustizia. E neanche piena luce su quanto accaduto. Forse, una commissione parlamentare d’inchiesta avrebbe aiutato a vederci chiaro. Non è stato possibile. Evidentemente, certi fili scoperti non si possono toccare.

Annunci

5 Responses to G8, niente commissione d’inchiesta

  1. Anna ha detto:

    felice giornata Gianluca! Sei tra i due link che ho inserito tra i miei preferiti sul mio blog, grazie, ho visto che hai inserito il mio…verrò a trovarti spesso. Conosco l’Ora della Calabria, è un bel sito d’informazione e da un paio di mesi seguo a titolo personale e non di lavoro le vicende della vostra regione. Ti scrivo privatamente!!!

  2. Max Reale ha detto:

    Come da copione l’Italia deve sempre copiare gli USA. Loro proteggono quelli in divisa sempre, comunque ed a prescindere dai fatti e quindi lo facciamo pure noi. Pero’ anche fra le forze dell’ordine c’e’ qualche esaltato che sfrutta la divisa per sfogare le sue passioni distorte (come hai detto tu, Luca, a Genova inneggiavano ad Hitler…) Quando diventeremo uno stato che sa gestire le sue cose senza guardare all’ America?

  3. Paolo ha detto:

    Sicuramente una commissione avrebbe mantenuto una certa attenzione, ma io sono dell’avviso che in Italia ogni qual volta succede qualche cosa di grave, e subito dopo si istituisce una commissione d’inchiesta lo si fa soltanto per tenere ben chiusa una pentola che scotta e non il contrario.
    Qualcuno di voi ha memoria di una commissione d’inchiesta che abbia fatto piena luce sugli innumerevoli misteri italiani?
    Io non ricordo nessuna, ma forse la mia memoria non mi assiste!!!!

  4. filippone domenico gianluca ha detto:

    e facile per voi criticare l’operato di qui in quei giorni ha rischiato la propria vita in prima persona noi forze dell’ordine abbiamo solo risposto ad un attacco alla democrazia e non abbiamo sicuramente caricato in primis i manifestanti. Vedersi passare davanti agli occhi ogni tipo di oggetto che si poteva lanciare contro di noi e cioè lo stato e in particolare noi Italiani vi assicuro che non e bello, in quei momenti di guerriglia urbana ti passano per la mente i tuoi cari tua moglie i tuoi figli e pensi chissa se ne esco da questa situazione come ogni situazione che gioernalmente si trava a fronteggiare un poliziotto che esercita le proprie funzioni al servizio dei cittadini Italiani onesti.
    firmato Segretario Nazionale LISIAPP-libero sindacato appartenenti polizia penitenziaria-

  5. Max Reale ha detto:

    Tengo a precisare che da parte mia non si trattava di una critica generalizzata alle forze dell’ordine ma solo a quelle poche mele marce che alimentano lo scetticismo nei confronti di chi invece, in gran parte, come dice il sig. Filippone, opera per il bene della gente onesta, con rischi non indifferenti e forse con mezzi insufficienti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: