Non siamo i “signori No”

Chi, come me ha più di trent’anni, e durante la propria infanzia, ogni giovedì sera in prima serata guardava in Tv i quiz di Mike Bongiorno, ricorderà sicuramente l’uomo in fotografia. Si chiamava (è scomparso da qualche anno) Ludovico Peregrini, autore dei principali quiz televisivi di Mike Bongiorno e, in studio, giudice inavvicinabile e destinatario delle occasionali contestazioni dei concorrenti, nei confronti delle quali opponeva, quasi sempre, dei secchi dinieghi, tanto da essere soprannominato “Il signor No”. Oggi, la consigliera di maggioranza Jole Figliomeni è nuovamente intervenuta sulla stampa gratuita, per ribadire alcuni concetti. Mi dispiace, davvero tanto, che il suo intervento sia stato aperto da una critica diretta al quotidiano col quale ho l’onore di collaborare, reo, secondo la stessa, di non aver pubblicato il suo comunicato in cui replicava alla consigliera di opposizione Maria Teresa Fragomeni e nel quale contestatava la cronaca del consiglio comunale redatta dalla bravissima amica e collega Antonella Scabellone. Non voglio arrogarmi alcun potere di rappresentanza della testata, della quale ero e rimango un semplice collaboratore, ma la risposta più evidente alla critica da lei mossa, giunge proprio dalle pagine dell’edizione odierna, nella quali non è stato dato spazio alla replica della sua avversaria politica Maria Teresa Fragomeni, che nella tarda mattinata di ieri aveva inviato al mio indirizzo di posta elettronica il comunicato stampa, chiedendone la pubblicazione. Insomma, chi decide dei contenuti delle pagine di Calabria Ora, ha usato lo stesso metro, sia per la consigliera di maggioranza, che per quella di opposizione e non è giusto scrivere, dire, o soltanto pensare che chi lavora per Calabria Ora sia il “signor No” (soprattutto a senso unico) che nega la pubblicazione dei comunicati stampa. Almeno, non lo è a prescindere, e valuta volta per volta l’opportunità della pubblicazione di un intervento, come qualsiasi testata giornalistica seria deve fare, stando sempre attenti a non usare due pesi e due misure.
Fin qui la puntualizzazione.
Si evince, inoltre, dal contenuto dell’intervento, che la consigliera Figliomeni legge con attenzione i contenuti di questo inutile blog, e questo, come gestore dello stesso, mi inorgoglisce parecchio, e dimostra ai miei detrattori, qualora ce ne fosse bisogno, che questa non è la solita stanza di “sfigati, panettiani e rosiconi”. Colgo l’occasione, quindi, per invitare la consigliera Figliomeni a intervenire anche in questo blog, qualora ne dovesse ravvisare l’opportunità. L’invito rimane esteso, ovviamente, a chi la pensa come me e soprattutto a chi non la pensa come me. Il bello del dialogo e del confronto è proprio questo.

Annunci

One Response to Non siamo i “signori No”

  1. Carlo ha detto:

    PEREGRINI è vivo e vegeto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: