Una bella toga

gennaio 31, 2008

Sì, toga, con la “g” : mica siamo in Toscana…Battute da caserma a parte, oggi 31 gennaio 2008, ore 10.25,davanti alla corte del Tribunale di Locri in composizione collegiale: Presidente dott. Muscolo, a latere dott. Frabotta e dott.ssa Miele, PM dott. Nicola Gratteri, ha prestato giuramento Alessia, la pasionaria riccia del Pd e neo avvocato penalista.Da questo inutile blog le auguriamo le migliori fortune professionali, sperando che la sua condotta di avvocato con la passione per la politica si ispiri più a Pisapia che a Ghedini, Taormina & Co.Auguri Alessia! 🙂


Buon viaggio

gennaio 30, 2008

Con grande senso dell’umorismo, Angelo e Gabriella si sono sottoposti a questa ripresa, in occasione della loro partenza dalla stazione di Rosarno, direzione Bologna. Il breve filmato, in cui spicca l’interpretazione di un Peppe Racco che ha rivestito i ruoli di amico/parente lacrimevole/facchino di lusso, rappresenta un compendio delle tipiche partenze dei meridionali : il cospicuo numero di bagagli, la commozione dei saluti, la ricerca della carrozza giusta e le classiche raccomandazioni fatte a chi parte. Un pezzo a metà strada tra il cabaret e il neorealismo, in cui protagonisti e comparse (simpatico anche il cuccettista) hanno recitato alla grande. Buon Viaggio. E tornate presto 🙂


Benvenuto Vincenzo!

gennaio 30, 2008

Polistena, 29 gennaio 2008, ore 20.12. Nasce Vincenzo Guarnaccia. Il padre Paolo, da buon “mastrone” di internet e computer ha programmato tutto alla perfezione. Anche il giorno della nascita, visto che il bebè è venuto alla luce nel giorno previsto. Il naso è quello di mamma Donatella; la stazza (kg. 3,650 alla nascita) e – foramalocchiu – l’appetito è quello del padre. Da questo inutile blog giunga il più caloroso benvenuto al piccolo Vincenzo e gli auguri ai genitori Paolo e Donatella.


Preferenze Zero

gennaio 30, 2008

Leggendo il commento di Angelo sul caso Crea, ho pensato che l’impoverimento dei contenuti e dei valori della politica italiana sia riconducibile a una certa “americanizzazione” della stessa. Insomma, non contano le lunghe militanze, gli ideali e le gerarchie di partito. Conta portare voti, un pò come nelle primarie presidenziali negli Usa. Non trovate? Pare che però oltreoceano qualcosa stia cambiando. Già, perchè il sindaco-sceriffo di New York Rudolph Giuliani, famoso per la sua “Tolleranza zero” contro il crimine e additato come mirabile esempio da seguire da parte di  certa destra nostrana, sta inanellando una infinita serie di sconfitte tanto che sta pensando persino di ritirarsi. Come? Neanche gli yankees lo vogliono più? O pensano che il reduce dal Vietnam e suo rivale nel partito “Repubblichino” sia più yankee di lui? Cosa penseranno gli estimatori di Giuliani dello Stivale? A chi si ispireranno, ora che Aznar sta all’opposizione, in Inghilterra comandano i laburisti e in Germania hanno fatto l’inciucio per poter governare? Poverini… ore che c’è odore di elezioni si sono tutti ricompattati attorno a padron Silvio! Chiarissimo l’intento : “O orgiu o pagghjia cocchji ccosa scippanu…”


Che bella sorpresa!

gennaio 30, 2008

In un post di qualche mese fa avevamo recitato il de profundis della rivista Diario Settimanale, diretta da Enrico Deaglio. Una rivista vera, di qualità, che non si perdeva nel mare magnum della spazzatura editoriale dilagante di questi tempi. Il mio rammarico era amplificato dal fatto che, essendo uno dei due abbonati della Locride, mi sentii buggerato pensando  ai quattro mesi di abbonamento pagato in anticipo (per la serie “cù paga avanti mangia pisci fetenti”…). Invece, come per incanto, stamattina mi arriva un numero speciale del bimestrale Diario del mese, interamente dedicato alla giornata della memoria con allegato un Dvd sul dittatore spagnolo Franco e gli orrori di cui si rese responsabile. Buon segno. Significa che Deaglio e i suoi sono persone oneste che non vogliono fregare gli abbonati. Ma potrebbe preludere anche a un ritorno in edicola del settimanale, e di questi tempi ce n’è veramente bisogno, visto che se torna il borlotto nano la prima cosa che vuole fare è mettere il bavaglio all’informazione non omologata. Diario : un buon rimedio per non morire tra Paolo Del Debbio e Giorgio Medail.


Il compare del tuo compare è mio compare

gennaio 28, 2008

Ai più distratti vorrei ricordare che il soggetto in questione, tra gli arrestati nell’inchiesta “Onorata sanità” è il consigliere regionale della Nuova DC Domenico Crea (ex Margherita, già Udc). L’anno scorso le telecamere di Anno Zero lo beccarono “alla sprovvista” durante un servizio a palazzo Campanella. Non sapeva di essere ripreso e venne salutato con questo pittoresco gergo da un conoscente. “Il compare del tuo compare è mio compare”. Quasi uno scioglilingua, che denota l’uso di una terminologia intrisa di una sottocultura che tanto male fa alla nostra regione. Stamani per lui sono scattate le manette. I Tg nazionali lo hanno definito “personaggio rilevante nell’inchiesta sull’omicidio Fortugno”. Lo hanno fatto oggi. Calabria ora l’ha scritto quasi due anni fa. Vuoi vedere che anche i Tg Rai e Mediaset sono “testate poco serie”?


Il non plus ultra

gennaio 25, 2008

Il momento apicale della mia cena al Gusto con Max e Pino : gnocchi alla pescatrice cucinati (o meglio, creati) dallo chef Fabio…IL NON PLUS ULTRA! L’OTTAVA MERAVIGLIA! E chi più ne ha più ne metta (nel piatto, ovviamente…) 🙂