El pueblo unido jamas sera vencido

Onorevole Angela Napoli, che piacere! Da una nota del Comitato per il diritto alla vita, alla libertà e alla giustizia, apprendiamo che nella giornata di oggi sarebbe (il condizionale è d’obbligo) giunta la sua firma alla petizione on line che si propone di chiedere ai sindaci della Locride l’inserimento di una norma negli statuti comunali tale da prevedere la costituzione automatica di parte civile degli enti in tutti i processi di ‘ndrangheta. Ebbene, sì, anche lei, membro della Commissione parlamentare antimafia e nota per le sue battaglie contro la criminalità organizzata, avrebbe deciso di aderire e apporre la sua prestigiosa firma all’indirizzo http://www.petitiononline.com/CostCivi/petition.html. Certo, sarebbe stato lecito aspettarsi un suo intervento più sollecito, ma come si dice in questi casi : “meglio tardi che mai”. Ebbene sì, cara Angela Napoli di Alleanza Nazionale. L’aspettavamo prima. Ma tant’è. Sa cos’è? E’ che questo blogger rosso e intriso di una cultura antagonista, antiamericana, antieuropeista e massimalista, ora penserà che con questa sua firma lei implicitamente stia sconfessando i suoi camerati (vi chiamate ancora così?) che sono parte integrante della maggioranza consiliare di Siderno, la stessa compagine che ha deciso per la non costituzione di parte civile al processo Congiusta. Ma sì, proprio loro, quelli che erano insieme a lei nel palco di piazza Portosalvo durante la campagna elettorale del 2005, insieme agli “amici” dell’Udc e agli “azzurri” di Forza Italia. Ci saremmo aspettati un suo intervento deciso contro chi rappresenta il suo partito in consiglio e in giunta a Siderno. Per carità, niente olio di ricino o manganello, quelli sono metodi obsoleti, roba da non rinnegare, ma nemmeno da restaurare. Ma magari una tiratina d’orecchi, quella sì. Ce la saremmo aspettata. Beh, accontentiamoci di questa firma, và. E chi se ne frega se ora in paese stiano fioccando gli azzeccagarbugli di ogni ordine e grado che cercano di spiegare le ragioni di una scelta apparsa ai più incomprensibile. Possono provare tutte le acrobazie giuridiche, consultare l’esercito di legulei al loro fianco, e magari farsi aiutare da qualche amico in certa stampa. Ma il popolo, quello sovrano, sta scegliendo. E sta sottoscrivendo in massa la petizione on line. Perfino lei, onorevole Napoli. Al punto tale che noi bolscevichi siamo arrivati a pensare che il popolo, unito, non sarà mai sconfitto. Anzi, sa cosa faccio? Glielo dico in spagnolo. “Suona” meglio 🙂

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: