Contratti tipici

Vent’anni fa a scuola ci insegnavano che il factoring, il leasing e il franchising, venivano denominati come i c.d. “contratti atipici”. Poi vennero la legge 30 e tutte le forme c.d. “nuove” di collocamento, tutti eufemismi usati per legalizzare il precariato. Oggi voglio invece parlare dei contratti tipici, o meglio, di quelle figure tristemente consuete giù da noi, che si distinguono in maniera negativa. Una di queste è sicuramente il “Leva e porta”. In inglese “take & bring” (vi immaginate i maniaci delle espressioni paraprofessionali anglosassoni tipo “report”, “briefing”, “marketing” e così via sorpresi nel non conoscere questa espressione?). Il “L&P” è colui che fa da intermediario tra un soggetto e l’altro, senza che nessuno glielo avesse minimamente chiesto, dimostrando però servilismo, mancanza di lealtà, viltà e tanta voglia di mettere zizzania. In pratica, il “L&P” trasmette messaggi, informazioni e quant’altro sia utile per tentare di accattivarsi le simpatie di taluni, danneggiando altri.

Io ne ho conosciuti parecchi. Di tutte le età e con tratti somatici differenti. Un solo tratto distintivo li accomuna: la perenne incapacità di guardare in faccia (in particolare negli occhi) il prossimo. Diffidate, quindi, da chi prova ad abbozzare un sorriso quando vi incontra, ma non ha il coraggio di guardarvi in faccia. Potrebbe essere un “Leva & Porta” 😀

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: