Firmiamo tutti

Non ci crederete, ma da ieri ho la bronchite. 30 maggio, cose mai viste. Domani inizio coi soliti antibiotici e poi pazienza e fare finta che fuori non sia estate. Il punto è che le variazioni climatiche sono all’ordine del giorno: a mezzogiorno vai al mare e sudi e poi la sera si alza quel ponentino frizzante (in realtà sembra più Tramontana) che prima ti fai starnutire e poi, il giorno dopo, comincia quella “bestia alla gola, che cammina e non passa” come cantava De Gregori in “Piccoli dolori”. Ma tant’è. L’estate non vuole arrivare in maniera stabile, ci prende un pò per il culo. Ce la fa annusare – l’aria estiva, che avete capito? – e poi ci lascia così “tra color che stan sospesi”. «E’ giunto – come diceva Ciampi – il momento», di proporre uno dei pochi referendum intelligenti mai proposti in Italia. Un quesito referendario che non è mai passato neanche per la testa dei pur fantasiosi radicali: «Volete completare il processo di estinzione delle mezze stagioni e abrogare completamente l’inverno, lasciando solo un’estate per dodici mesi all’anno con la presenza costante dell’anticiclone delle Azzorre?». Quante volte ho pensato di diventare il primo firmatario, fino a portare i cittadini a pronunciarsi su un quesito del genere. Ma ci pensate? Estate 12 mesi all’anno. Sarebbe l’unico referendum che farebbe votare il 50%+1 degli aventi diritto! Ma le immaginate le reazioni?

Gli operatori turistici sarebbero entusiasti: «finalmente potremmo realizzare la nostra antica aspirazione di un turismo non più solo stagionale, ma per dodici mesi all’anno»;

I geni della politica economica penserebbero già all’importante risparmio energetico e alla cessazione di ogni spesa per riscaldamento domestico, indumenti invernali, scarpe e quant’altro. La finirebbero di menarla con i dolci natalizi che fanno ingrassare e col caldo non vanno giù. Idem per schifezze come cotechino, zampone ecc. Finirebbe la mattanza dei maiali nelle nostre campagne e il macabro rito del «morti a ‘ttia e saluti a cu’ ti mangia». Tutti a coltivare cocomeri (da noi “zipangoli”) e a farli raffreddare in riva al mare, o nei torrenti. Ditemi che non è una proposta rivoluzionaria! Altro che abolizione totale dell’Ici. Con un clima sempre caldo si potrebbe dormire in tenda, sulla spiaggia, in campagna e sedici ore di luce al giorno renderebbero allegri anche i depressi cronici. Pensiamoci! Noi cittadini, riappropriamoci dei nostri spazi, non aspettiamo che le scelte vengano, come sempre, calate dall’alto.

ADERISCI ANCHE TU AL COMITATO PER L’ESTATE PERMANENTE!

Annunci

8 Responses to Firmiamo tutti

  1. Irish Coffee ha detto:

    mmmmmm e vedi di curati per bene…
    ho sempre preso un pò sottogamba queste malattie, sisi antibiotico ma niente casa calda
    fino a che a gennaio mi son sparata na bella polmonite..
    ora caro mio quando mi capita me ne stò buona buona..
    e visto le previsioni mi sa che non ti perdi un granchè, almeno se sei della mia zona..
    giarisci nè…
    buon week end carissimo 🙂

  2. gianlucalbanese ha detto:

    Grazie Irish. Il punto è che abitiamo a 1500 chilometri di distanza e oggi è una giornata da mare. Io, che abito sul mare (fuori dal cancello di casa mia c’è la spiaggia) devo stare chiuso in casa a imbottirmi di medicinali. Che sfortuna! Firmiamo subito l’appello per l’estate permanente! 😀

  3. francesca ha detto:

    mi devo opporre caro gianluca. non si può firmare questo referendum perché avrebbe un impatto ambientale disastroso sul nostro Paese e su tutta la terra. immagina un po’, innalzamento delle temperature, siccità, cambiamento del clima e quindi della vegetazione, nonché della fauna. carenza d’acqua, distruzione dei raccolti, riscaldamento globale… continuo? e poi, vuoi mettere? dopo tre mesi di caldo, non ti piace proprio per niente avvolferti nei maglioncioni morbidi e caldi e ascoltare il rumore della pioggia dalla finestra? certo, non è il momento. ora, dalle nostre parti, anche gli uccellini sono in costume da bagno! ma così, tanto per fare “mal comune mezzo gaudio”, hai visto mai che ti tra su, nemmeno io posso rosolarmi al sole. sono impelagata fino a fine luglio con gli esami. e pernsare che me la sono cercata…

    oh, vedi di guarire che è imbarazzante beccarsi la bronchite e giugno! un bacio. fra

  4. gianlucalbanese ha detto:

    Ecco, la solita manfrina della solita giovane impegnata che ha a cuore le sorti del pianeta. Certo che voi ambientalisti sinistrorsi scrittori pittori giornalisti p.g.d.d. siete proprio dei rompiballe 😀
    Io, fedele all’ideologia imperante, che impone di guardare solo il proprio orticello, non voglio promuovere l’estate permanente in tutto il mondo, ma solo nella mia zona, o comunque nei paesi di residenza dei firmatari della proposta di referendum? Comodo vero? 😀 Cazzate a parte, un grosso in bocca al lupo per gli esami e grazie per il messaggio 🙂

  5. Virginia ha detto:

    A me è venuta la bronchite a fine aprile e ancora non mi si è tolta: firmo più che volentieri!

  6. Max Reale ha detto:

    Scusa Luca, ma non vorrei che tu stessi pensando che con 12 mesi di estate la locride potrebbe fare buone cose con il turismo….! Non ti permettere! Sarebbe una vergogna!
    Troveremmo il modo di essere i peggiori nel turismo anche con l’estate perenne!!!!
    Viva la Locride…..!!!! Per un nuovo miracolo italiano!

  7. Alessia ha detto:

    in realtà abbiamo l’estate più lunga che ci possa essere nel nostro emisfero, un’estate che va da aprile ad ottobre per i turisti, soprattutto stranieri, che ogni tanto si vedono passare per le strade. ma non si fa nulla!
    e neppure per noi ggiovani (come diceva il mitico Verdone!) che passiamo l’estate con lo struscio da pre-pensinamento sul lungomare!
    ah…dimenticavo quelle meravigliose manifestazioni: premi, sagre e “seguirà rinfresco”, perchè anche in estate, non dimentichiamolo, a ggenti volu u mangia!!!
    vero Gianluca?

  8. Max Reale ha detto:

    E’ fuori discussione che ” a ggenti voli u mangia” come dice argutamente la nostra Alessia, ma io aggiungerei anche ” u Panetta vaji videndu u mari….non sapi ca l’importanti e’ l’ediliiiziaaa”.
    Aggiungo questo perche’ in questi primi giorni d’estate si e’ visto un mare sporco da record! Ma “l’importanti e’ l’edilizia”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: