Chi si loda s’imbroda

In questi tempi bui per la democrazia, in cui il lodo Alfano e le altre splendide iniziative del governo del PDL (acronimo di Propaganda Due Liberticida) hanno confermato che la casta dei politicanti ora è ancora più potente, che i cittadini sono dei fessi da prendere per il culo a proprio piacimento, che se sono uguali davanti alla legge sono cazzi loro, che i giornali che pubblicano cose antipatiche a chi comanda (intercettazioni in primis…) sono solo fenomeni marginali e ai quali dare scarso credito, provo a recuperare un barlume di democrazia. Come? Ma promuovendo un referendum! Ora, spero che vada un pò meglio e abbia un appeal maggiore di quello in cui proponevo di istituire l’estate permanente. A occhio e croce mi sa di sì, perchè a chi come me riveste un seppur modestissimo ruolo nel mondo dell’informazione, l’oggetto del quesito referendario aiuta a stare bene e a guadagnarsi la stima del mondo politico.
Quindi, propongo di istituire il riconoscimento giuridico del “DIRITTO ALLA MARCHETTA”, in virtù del quale il politico, di qualsiasi schieramento e a qualsiasi livello, esige di leggere sul giornale solo quello che piace a lui. A chi non riconosce tale diritto e riporta le dichiarazioni così come sono state rese, senza compiacere il politico e senza tenera una postura inclinata, se non una totale genuflessione davanti a lui, non l’arresto, non la diffida, ma l’iscrizione nel registro della ‘NDEGNITA’ DELLA ‘NDEGNITA’ DELLA ‘NDEGNITA! Chiaro?

Quindi, firmiamo tutti l’appello, affinchè i poveri politici possano finalmente esercitare questo sacrosanto diritto a ricevere almeno una marchetta al giorno, dalla stampa tutta.
Altrimenti, i giornali che ci stanno a fare? 😀

Per “rifarci la bocca” ascoltiamo una splendida canzone della Bandabardò che risale a gennaio 2007…bei tempi! La canzone si chiama “Fine di un Pierrot”. Peccato che il filmato sia tronco. Ne vale comunque la pena

Annunci

7 Responses to Chi si loda s’imbroda

  1. Max Reale ha detto:

    il problema e’ drammatico, anche se tentiamo di scherzarci su.
    Quando si tenta di omologare o perlomeno di condizionare la stampa significa che la situazione e’ abbastanza seria.
    A livello nazionale Berlusconi ormai controlla agevolmente tutto ma la colpa non e’ solo sua: per me colpa anche il centrosinistra che non ha regolato il conflitto d’interesse ed il popolo italiano che si e’ lasciato imbrogliare senza opporre resistenza ed andando “dove tira il vento” come una foglia secca!
    A livello locale ci sono ancora pochi che resistono bene alle pressioni, ma se non ci fossero questi? Che informazione avremmo?
    Se si riflette c’e’ da tremare….

  2. giuseppe ha detto:

    Concordo con Max, un Presidente del Consiglio che dice: “il lodo Alfano è una realizzazione del principio di Democrazia” è un VERGOGNA SENZA PRECEDENTI. Ma sapete chi mi fa più pena? Quei poveri ignoranti che continuano a LOD..arlo.

  3. Alessia ha detto:

    qualche giorno fa ho sentito un commento molto divertente, ma anche altrettanto lucido ed efficace. diceva pressapoco così: il lodo Alfano non è l’ennesima legge ad parsonam per Berlusconi, è una legge che si applica a tutti i cittadini che sono presidente del consiglio!!! 😉
    e allora a noi non resta che fare come lui (e come tanti altri che pensano prima al loro tornaconto e poi fanno finta di fare gli interessi dei cittadini… ):
    1) facciamoci eleggere con sistemi non propriamente leciti,
    2) piazziamo i “noscstri” nei punti nevralgici,
    3) circondiamoci di yes-men simil schiavi,
    4) stringiamo alleanze e intese con “gruppi” che rappresentano il peggio che si possa immaginare, portatori sani di interessi delinquenziali,
    5) sprechiamo fino all’ultimo centesimo le risorse pubbliche per ottenere vantaggi personali,
    6) mandiamo allo sfacelo la comunità e il suo territorio con azioni sconsiderate che difficilmente, e con molto sacrificio, potranno essere corrette,
    7) e in ultimo ma non per ultimo, asserviamo stampa e giornalisti ossequiosi al “noscstro” progetto distruttivo (sempre e solo per la comunità! ) e obblighiamoli a pubblicare foto e primopiano sempre più grandi (non è escluso che finiremo con l’avere inserti e poster a grandezza naturale, o addirittura figurine con allegato album per la raccolta, dei politici o pseudo-tali di turno).
    potrei scrivere un manuale del perfetto politicante, arrivista e arrampicatore sociale, sul genere di Cetto La Qualunque…
    :))

  4. Virginia ha detto:

    Chi si loda si imbroda, è vero, ma è pur vero che chi non risica non rosica, che chi pecora si fa ‘o lupo s’a mangia e che senza ‘o fesso ‘o bbuono nun po’ campà.
    Berlusconi ha risicato, la sinistra s’è fatta pecora, il popolo è fesso… amico mio, qua rischiamo di essere iscritti noi nel registro della ‘ndegnità.

  5. AleJonica ha detto:

    Gianluca, te ricordi una radio che esisiteva a Siderno, Radio Marte ?

  6. Utente Mascherato ha detto:

    Parole, parole, parole, ma i fatti? Non so certo di destra ma l’europa, caro amico rosicante, da tempo da l’immunità a chi deve lavorare per il bene della gente. Non sarai anche tu uno di quelli che dice che l’euro ci ha rovinato?

  7. gnuzzu1 ha detto:

    hanno tolto l’ici
    hanno detassato gli staordinari per i leccaculi
    fanno i comodi suoi
    si vive nell’illegalita’

    il popolo e’ contentoooooooo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: