E ti saluto luglio!

Piaciuto il primo post dedicato ai tamarri? Ne seguiranno altri. Credo non ci sia forza più conservatrice, anzi, reazionaria, della presenza tamarra sul territorio e mi sono permesso di fare qualche approfondimento in più. Intanto voglio fare gli auguri al Russo per la nascita del figlio. Ho provato a farlo nel suo bellissimo blog ilrusso.blogspot.com ma mi dovevo registrare e mi sono perso per strada. Un voto in più a sinistra tra 18 anni non guasta proprio. Scherzi a parte, sono partecipe della tua gioia, Russo e mi piace molto il motto “25 aprile sempre”.

Per il resto, a Siderno stanno per mettere un’altra discarica. Forse sì, forse no (ve la ricordate questa canzone di Pupo dei primi anni ’80?). Il punto che mi fa rabbrividire è che al di là delle responsabilità politiche e dei vari commissari governativi, la gente non si mobilita, non partecipa al comitato spontaneo, non reagisce. O sono tutti estimatori dell’odore di spazzatura, o non se ne rendono conto. Addirittura, uno ieri sera mi ha detto “ma lo sai che se fanno la discarica a Siderno il comune incassa un sacco di soldi e va in attivo?”. Tralasciando l’identità dell’individuo, onesto lavoratore di media intelligenza ma di bassa cultura, una sorta di “buon selvaggio” alla Rousseau, mi fa rabbrividire il fatto che, inconsciamente, si consideri tutto in vendita. Anche la salute dei cittadini residenti. Il problema dello smaltimento dei rifiuti c’è. Ma non si può accettare che si faccia la terza discarica a Siderno a trecento metri dalle case e a qualche metro in più da una diga e dal suo laghetto artificiale, vera e propria oasi per percorsi di trekking, mountain bike, o semplici passeggiate all’aria aperta. E soprattutto non si può accettare passivamente tutto questo. “Get up, stand up, stand up for your right, get up stand up, don’t give up the fight”.

Annunci

7 Responses to E ti saluto luglio!

  1. giuseppe ha detto:

    Gianluca hai ragione, mi dispiace dal canto mio non avere ancora “partecipato” a questo problema. Personalmente, nel mio piccolo, mi sto sentendo un pò bizantino e spagnolesco. Cercherò di mettere da parte i miei piccoli egoismi e ricominciare a prendere la clava….

  2. Alessia ha detto:

    carissimo gestore dell’ “inutile” blog,
    da “inutile blogger” quale sono mi permetto di integrare il tuo scritto con una serie di precisazioni.
    le discariche a Siderno sono ben 3! TRE si, per chi non avesse letto bene.
    due le conosciamo già e probabilmente sono le stesse a cui ti riferisci tu: sono discariche in cui si raccoglie la spazzatura, pura semplice e maleodorante spazzatura, non solo prodotta dalla nostra cittadina ma anche da altri comuni del comprensorio.
    si chiamano per questo motivo discariche consortili.
    allo stato sono ormai colme e stacolme e quidi pare che siano chiuse perchè non è possibile più gettarvi altra monnezza.
    poi ve ne è una terza, che io ritengo essere la più pericolosa e della cui esistenza pochi sono a conoscenza, nella quale si raccolgono i RIFIUTI OSPEDALIERI DEGLI OSPEDALI DI LOCRI E SIDERNO. il paradosso è che a Siderno non abbiamo più un ospedale degno di chiamarsi con questo nome, ma la disarica si!
    a scanso di equivoci vorrei anche aggiungere che queste informazioni le ho ricevute circa una settimana fa direttamente dalla bocca del sindaco che ci ha tenuto, così, ad evidenziare l’impegno di Siderno per il sociale e il forte senso di responsabilità manifestato quando, con molto senso del dovere e spirito di liberalità, ha generosamente offerto il suo territorio per ospitare le discariche.
    ma come siamo bravi noi…
    ma non è finita! abbiamo anche un impianto di separazione dei rifiuti che serve anch’esso il comprensorio (siamo sempre gli stessi magnanimi di prima!) e l’impianto di depurazione delle acque al servizio di 4 comuni oltre il nostro.
    anche la fonte di queste notizie è istituzionale.
    quindi il risultato sai qual è, caro Gianluca? che Siderno è il polo della raccolta e della smaltimento dei rifiuti.
    hai voglia a dire città pulita, città sicura, città solidale…tutte balle!
    città discarica, città immondezzaio, città sporca ed anche in vendita!
    ma dulcis in fundo…la discarica che andranno a costruire (e speriamo proprio di no!) non è di servizio all’impianto di separazione per collocare rifiuti inerti come in un primo tempo era stato detto: è una discarica di rifiuti, solo una discarica di rifiuti!
    monnezza…spazzatura…chiamatela come volete, ma questo è!
    quindi invito tutti i lettori del blog (e anche chi ci spia dal buco della serratura) a partecipare domani venerdì 1 agosto alle ore 19 alla riunione del comitato che si terrà nella sala del consiglio comunale.
    è importante e fonadamentale partecipare.
    grazie

  3. Virginia ha detto:

    Auguro a voi sidernesi di avere più fortuna di noi irpini nella battaglia contro le discariche. Da me, nonostante la mobilitazione popolare, la discarica si è fatta comunque, e attenzione, non serve l’Irpinia ma Napoli e zone limitrofe.
    D’altronde che vuoi sperare, quando gli stessi politici del csx affermavano che ‘in alta Irpinia si possono fare le discariche, non ci sta nessuno da quelle parti ‘ ( così parlò Pecoraro Scanio, considerando ‘nessuno’ tutti gli abitanti dell’alta Irpinia) e quando anche la gente di Napoli, interrogata su dove fare le discariche, risponde ‘Avellino, Benevento…tèneno tutte chelli muntagne a vacante…’
    Auguro ad Alessia di riuscire col comitato a smuovere qualcosa, ma se dicessi che ci credo davvero direi una bugia; personalmente non ho più speranze: cdx o csx a noi gente comune semp’a munnezza ce tocca…

  4. Francesco rosarnese doc ha detto:

    Carissimo Gianluca Albanese, chi ti parla è un ormai rassegnato cittadino rosarnese che vuole rassicurarti sulla questione discarica di contrada Rugliano… stai tranquillo, la discarica alla fine si farà a Rosarno, insieme ad un’altra di tipo B, ben più pericolosa, che raccoglierà tutte le ceneri cancerogene che usciranno dal maledetto inceneritore di Gioia Tauro-Rosarno (trovo che questa denominazione sia più azzeccata visto che l’ecomostro si trova a metà strada tra le due cittadine)… ora che ci sono mi permetto di rassicurare anche tutti gli altri cittadini locridei: tranquilli!!! la vera pattumiera meridionale è la piana, e la schifosa amministrazione (forzista) medmea non solo è contenta di ciò, ma fa di tutto perchè questo ex “paradiso terrestre” divenga sempre più simile ad un polo industriale dagli effetti devastanti sulla popolazione residente…
    Ps: mi piacciono molto le tue idee… da un rosarnese che ti conosce indirettamente…

  5. gianlucalbanese ha detto:

    Allora, intanto noto con piacevole sorpresa, che nonostante un luglio in cui la mia attività di inutile blogger non è stata proprio massimale, ho rosicchiato altre sei posizioni nella classifica nazionale di Wikio e ora sono alla posizione 8.797 su circa 24.000 blog dello Stivale. Per la serie…dammi tempo ca ti cuvu! 😀
    Poi, do il mio personale benvenuto a Francesco di Rosarno. Credo di avere capito chi sei e mi fa piacere che anche tu leggi il mio inutile blog, nel quale, senza prenderci troppo sul serio, a volte parliamo anche di argomenti scottanti. Il “tramite” 😉 che ti ha fatto conoscere questo blog mi ha riferito tempo fa che nel vostro gruppo godo di una assolutamente immeritata stima e di questo vi ringrazio molto. Sul caso discarica…beh, sicuramente non vale il detto “mors tua vita mea”, sia perchè le nostre due cittadine da una ventina d’anni sono decisamente più vicine grazie alla SGC Jonio-Tirreno, sia perchè molti di noi vengono a prendere i treni “buoni” a Rosarno e molti di voi trascorrono le domeniche tra spiaggia sidernese e gioiosana e i nostri centri commerciali. Tra l’altro, nel corso della mia insignificante carriera giornalistica, ho seguito un paio di realtà sportive rosarnesi, come il San Giuseppe di calcio a cinque dei mitici Rocco Macrì e dei fratelli Cannizzaro, che la Rosarnese in serie D, e quindi sono affezionato anche a quel posto che ha dato i natali a un eroe per la rinascita civile del comprensorio come Giuseppe Valarioti e ha avuto un sindaco a dir poco esemplare come Peppino Lavorato, vero e proprio nume tutelare di chi ha a cuore il principio di legalità. Memorabile il suo appello, durante la puntata di Blu Notte dedicata alla ‘ndrangheta, a tutte le amministrazioni pubbliche affinchè si costituissero parte civile nei processi di mafia. Putroppo, non tutti lo hanno ascoltato. Sulla discarica, ti dico quello che so e che ho anche scritto su CO: in Calabria siamo vicini all’emergenza rifiuti. Le discariche e gli inceneritori più grandi sono strapieni e non ce la fanno più e il commissario governativo per l’emergenza ambientale dice che tra un paio di mesi, se continua così diventiamo come la Campania della mia amica Virginia, che col suo commento di ha sbattuto in faccia una triste realtà. Quindi, stando a quello che dice il Commissario Sottile, una discarica va fatta in tempi brevi, per non fare la fine della Campania. Il punto è che se la fanno a Rosarno, laddove il tuo sindaco avrebbe chiesto la bonifica di una discarica abusiva, diventate “polo della monnezza”; se la fanno a Siderno, idem, perchè come dice l’impareggiabile pasionaria riccia del Pd e anima del comitato antidiscarica Alessia ci sono già tre discariche, di cui una di rifiuti ospedalieri. E allora? Possibile che in nome del solito principio di economicità (pare che sia sempre conveniente costruire discariche nelle vicinanze di altri impianti analoghi) si debba sempre concentrare tutto in una delle due principali realtà cittadine della provincia? E se si provasse a individuare nel territorio un posto lontano da centri abitati, che magari faccia fare qualche chilometro in più ai mezzi che trasportano i rifiuti, ma impedisca che certi insediamenti causino effetti nocivi alla salute dei cittadini, non sarebbe meglio? Tu mi dici che la faranno da voi e, credimi, non mi consola affatto saperlo. Tra l’altro, so che il tuo sindaco non ha preso molto bene le dichiarazioni del mio assessore all’Ambiente che ipotizzava il placet dell’A.C. di Rosarno alla costruzione di una discarica nel suo territorio. Forse, domani mattina leggeremo qualcosa sui giornali. Il punto non è innescare un meccanismo perverso che porti a una guerra tra poveri che possa contrapporre “cummari miseria e cumpari bisognu” ma sappia tenere nella debita considerazione la tutela della salute dei cittadini, ben al di là di ogni logica di convenienza economica, perchè la salute non è in vendita. Torna presto a trovarci 🙂

  6. AleJonica ha detto:

    Gianluca,
    Te la ricordi la Juve Siderno di calcio femminile ?

  7. il Russo ha detto:

    Grazie per gli auguri, che anche per il piccolo Carlo sia 25 aprile sempre!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: