The sun always shines on Tv

Ve la ricordate? Risale al 1985. La cantavano i norvegesi A-ha. Quelli di “Take on me”, per intenderci. Sapete quanto mi siano simpatici i popoli del nord Europa e gli A-ha, col loro pop senza pretese, furono tra i gruppi preferiti della mia adolescenza.
Ma torniamo a noi. La canzone mi è venuta in mente perché oggi, 13 settembre 2008, ho ripreso a fare televisione. L’ultima volta (eccezion fatta per un miniciclo di un mese nel settembre 2003 su Promovideo Gerace) fu nella primavera del 2002, al termine di un triennio più che soddisfacente. L’emittente è sempre la stessa, Tele Radio Sud di Siderno, quella che guardavo da bambino, quella che mi fece scoprire nel 1993 l’impatto traumatico con la telecamera. Ero ospite in quanto “portavoce” di una società di atletica leggera di un programma sportivo condotto dal collega Aristide Bava. Accanto a me c’era Michele Tigani, l’allora capo ufficio stampa della Federcalcio, un’istituzione. Ricordo che il programma veniva registrato e che quando fu il mio turno, ovvero quando il conduttore mi rivolse la prima domanda, mi impappinai terribilmente, al punto tale da non riuscire ad andare avanti. Tigani fu molto umano e mi tranquillizzò, così come i tecnici che furono molto pazienti nel riavvolgere il nastro dopo aver interrotto un paio di volte la registrazione. Qualcuno, poi, mi disse la frase che si rivelò determinante «Fai con parole tue…». Quella frase, un pò incoraggiante e un pò maliziosa, suscitò in me una tale reazione d’orgoglio che mi indusse a dimostrare che quelle che stavo usando erano “parole mie” e quindi divenni sciolto e sicuro di me come un affermato deejay. Fu un episodio isolato. Per tornare in quegli studi, infatti, dovetti aspettare il periodo tra la fine del 1999 e l’inizio del 2000. Avevo fatto qualche anno di radio, nella meravigliosa Radio Roccella guidata dall’indimenticato e indimenticabile amico Francesco Mesiti, anni di collaborazioni gratuite con giornali e giornaletti locali e iniziai da poco la collaborazione col Quotidiano della Calabria. Insomma, ero in piena e consapevole gavetta, quella gavetta che dura ancora e che forse non finirà mai. Furono anni bellissimi e io, alla soglia dei trent’anni suonati, fui chiamato a collaborare da Nico Noce, mitico personaggio televisivo locale e mio professore di Diritto ed Economia alle superiori, e presentato al pubblico come “giovane promessa del giornalismo sportivo”. A trent’anni. Iniziai, come sempre, in punta di piedi, fino a quando l’entusiasmo non mi portò a fare sempre di più. E così, alla rubrica sportiva del lunedì sera fecero seguito la conduzione del Tg e della rassegna stampa, la partecipazione al contenitore della domenica e alcuni cicli di trasmissioni ad hoc, che ancora ricordo con grande piacere. Poi, nel 2002 l’avventura finì e lasciò il posto, in termini di importanza e di impegno, alla grande avventura in corso, quella con Calabria Ora. Ora, un paio di giorni fa, l’attuale gestore, mi ha chiamato a collaborare, prospettandomi il progetto di rilancio dell’emittente e offrendomi ampia disponibilità. Purtroppo, il tempo che posso dedicare a quest’attività è pochissimo, ma quel poco che posso fare lo faccio con piacere. E quindi, oggi ho iniziato con la telecronaca della partita Locri-San Gregorio. Domani sera, nel programma sportivo in prima serata ci sarà il servizio sulla gara e le interviste. Per ora, quindi, inizio con le telecronache integrali delle partite di calcio, cosa che mi è sempre piaciuto fare fin da ragazzino. Mi piace vivere le partite e farle vivere anche a chi le vede registrate. Una volta, un addetto ai lavori (credo un giovane allenatore) mi disse «quando commenti le partite tu alla radio, sembra che chissà a quale spettacolo calcistico stai assistendo…poi le rivedi registrate in Tv e scopri che sono delle partite normali, se non proprio noiose». Fu un grande complimento, davvero. Perchè lo sport in genere, e il calcio in particolare, sono fenomeni da vivere con entusiasmo. E io, nel mio piccolo, cerco di metterlo.

Ora, lascio spazio agli A-ha. Del resto…«The sun always shines on Tv» (Il sole brilla sempre in Tv). 🙂

Annunci

6 Responses to The sun always shines on Tv

  1. Virginia ha detto:

    Ad majora, Gianluca! 😀
    Mi spiace solo di non poterti vedere!

  2. antonia ha detto:

    Sono contenta che hai ripreso a fare televisione, sei proprio tagliato per questo lavoro.:) Ti ho visto stasera, la tua competenza si vede anche da una sola domanda che rivolgi all’intervistato. E poi lo sport è il tuo settore…Che palle però con queste partite si iniza da ora e si finisce tra otto mesi!Non è possibile!!!!!!!!!!!!!!

  3. Pietro ha detto:

    …non dispero di vederti al più presto sulle reti mediaset…con una spada di stocco e patate disegnata sulla cravatta…tipo Felice Caccamo…

    Scherzi a parte: in bocca al lupo! Quando vengo giù ti congedo un’intrervista esclusiva su vari temi, a cominciare dalla squadra di calcio del Natile2003 per finire al fallimento dei Comunisti in Italia, la caduta del muro di Berlino e il muro “alzato” a Montecitorio e Palazzo Madama…

  4. gianlucalbanese ha detto:

    Va bene Pietro, sarà un piacere 🙂 Spero, però, che potremo commentare risultati migliori, sia per il Siderno che per il Natile, che ieri hanno perso entrambi… 😦

    Ringrazio inoltre, la fatina buona per i complimenti e per essere stata, ancora una volta preziosa consigliera 🙂

    P.S.: Per Virginia: figurati, non ti perdi niente… grazie comunque 😀

  5. Alessia ha detto:

    dopo le ragazze…di “non è la Rai”, le veline, le letterine, le schedine, i tronisti, ecc. ecc. anche tu ti sei fatto sedurre dal fascino dal grande schermo!
    se riuscirai a rendere anche solo un pò più divertenti e meno noiose le partite di calcio locali, avrai reso un servizio immenso alla comunità. penso anche io come Antonia che ci sia troppo calcio in tv e per me che non sono per niente interessata l’unica alternativa sono i cartoni animati…speriamo che non cambino programmazione!
    detto questo spero non ti risentirai se non ti seguo nelle tue telecronache domenicali. poi, se fossero tutte come quella della partenza in treno di Angelo e Gabriella, allora ne varrebbe di certo la pena!
    posso evitare di infierire? 😉
    auguri per questo nuovo inizio!

  6. AleJonica ha detto:

    Gianluca,
    Lo sai che Annamaria Implatini si è trasferita da Promovideo a TeleMia ?

    E ci sono volti nuovi a Trs ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: