…per tutto il resto c’è social card!


Una volta si chiamava tessera annonaria. Così, almeno, mi hanno raccontato quelli che c’erano. Era di cartoncino e si usava durante il fascismo per ottenere i generi alimentari razionati. Ora, la tessera annonaria si è adeguata ai tempi. E’ diventata più “figa”, con lo sfondo blu e quel logo coi cerchi arancione e rosso, come le carte di credito dei “grandi”. E soprattutto, ora si chiama “Social card”. L’ultima brillante idea del governo berlusconi (le cui radici ideologiche si richiamano al periodo della tessera annonaria) per “rilanciare i consumi dei meno abbienti” è questa carta che garantisce, se ho inteso bene, quaranta euro mensili da spendere nei supermercati convenzionati a chi ha un reddito inferiore a cinquecento euro al mese. Quasi un’elemosina. Sarebbe stato più dignitoso, forse, regalare un panettone e una bottiglia di Asti Martini, magari inserendo del materiale elettorale del Pdl nella confezione (tra elezioni regionali e amministrative, un promemoria ci sta sempre bene). Dico questo, perchè questo stesso governo che ora se ne esce con questa “elemosina di stato”, è lo stesso che ha abolito l’Ici ai proprietari di case titolari di redditi alti, che quindi non hanno risparmiato quaranta euro al mese, ma molto di più. Mi fermo qui. Le altre “imprese” dell’esecutivo piduista-leghista-postfascista sono sotto gli occhi di tutti. Ma ci sono cose che nella vita non si possono comprare. Per tutto il resto c’è social card.

Annunci

4 Responses to …per tutto il resto c’è social card!

  1. Virginia ha detto:

    Sai qual è il problema secondo me? Che questi sono ottimi interventi dal punto di vista dell’ immagine. Alla gente piacciono, la gente abbocca, e al momento delle elezioni questi potranno dire senza tema di mentire che ‘Abbiamo tolto l’Ici, abbiamo calmierato le rate dei mutui, abbiamo dato un aiuto ai bisognosi’.

  2. Pietro ha detto:

    …e sui mutui, c’è pure chi gli crede a sx… 😉

  3. Virginia ha detto:

    Questi interventi non faranno abboccare me, non li voterò di certo per questo, ma mi sarebbe piaciuto poter dire che anche il governo Prodi aveva fatto qualcosa di simile.
    In ogni caso confermo che l’intervento sui mutui è reale ed aiuta le fasce più deboli che diversamente avrebbero perso la casa non potendo pagare una rata che lievitava troppo.
    Come è vero l’intervento sull’ICI, e per quel che ne so io ( fonte CAAF CGIL) le case di un certo livello non erano esentate dal pagamento.
    L’intervento con la Social card invece ha una valenza doppia.
    Una valenza positiva, perché per quanto pochi 40 euro al mese, uniti al 5% di sconto nei supermercati, sono un aiuto nell’acquisto di generi di prima necessità. L’aspetto negativo della social card è nel messaggio deprimente che viene da un’operazione di questo tipo: deprimente perché chi la riceve, insieme al piccolo aiuto, riceve anche il certificato pubblico di povertà.

  4. Alessia ha detto:

    e se si fosse controllato un pò di più l’andamento dei prezzi al consumo nel perido immediatamente dopo l’introduzione dell’Euro?
    e se si controllasse meglio la speculazione che c’è lungo il percorso che porta un bene di primo consumo dal produttore al consumatore finale?
    e se il prezzo della benzina, salito così velocemente all’aumentare del costo del barile di greggio, fosse sceso altrettanto velocemente in questi ultimi 2 mesi di crisi nera?
    e se invece di essere un Paese dove la corruzione dilaga (basti pensare che siamo ai primissimi posti nella classifica internazionale e che abbiamo guadagnato dodici posti in un solo giorno, quello dell’approvazione del Lodo Alfano!) fossimo attenti non solo ai furbetti del quartierino che giocano le carte della truffa ogni giorno, ma anche a chi nelle istituzioni si arricchisce a spese dei cittadini e delle casse dello Stato?
    e se…
    il fumo negli occhi poi di dirada!
    e resta un Paese che non è forte come dice qualcuno portatore sano di cazzate!!!
    finiremo in coda all’Europa, a dover chiedere nuovamente gli aiuti comunitari, con un unico handicap…i soldi saranno sprecati come sempre!!!
    e il futuro non è dei migliori; penso alle nuove generazioni già attive in politica, a tutti i livelli.
    legati con lacci e lacciuoli al pezzo grosso di turno, inseriti in un sistema che non chiede una mente ragionante e critica, ma una bella faccia per convincere gli italiani che con loro è meglio!
    finiranno come chi li ha preceduti, parti integranti di un disegno immutabile!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: