President o Gold?


E’ il dubbio che attanaglia noi “evergreen” (così siamo stati definiti una volta dal geniale Sergio S.) e riguarda il veglione di Capodanno. Due, infatti, sembrano le alternative possibili: o un piacevolissimo remake del veglione dello scorso anno all’Hotel a quattro stelle; oppure il locale sul lungomare che rappresenta la novità. Sicuramente, la riserva verrà sciolta dopo che Claudio avrà convocato un “summit” ad hoc. Intanto, la scorsa notte, ci siamo recati, in compagnia di Peppe (la migliore freccia al nostro arco) al Gold. E’ incredibile, ma la musica anni ’70-’80-’90 riesce persino a far ballare uno come me, che non amo le discoteche e sono poco incline al ballo. Ma il richiamo di “Heart of glass”, “Self control”, “Figli delle stelle” e “Last Christmas” è stato troppo forte. E voi dove andate al veglione?


Annunci

11 Responses to President o Gold?

  1. Virginia ha detto:

    …pare brutto se confesso che trascorro il capodanno rigorosamente a casa per far compagnia, da brava figlia unica, alla mia mamma quasi 94enne?
    Ogni anno sulla voglia di evasione prevale il pensiero che non si sa quanti altri capodanno passeremo insieme io e la mia mamma… e naturalmente lei alle 22,00, fregandosene dei miei pensieri e del capodanno, saluta e se ne va a letto per cui, ora che i ragazzi sono grandi e giustamente vanno fuori con gli amici, rimaniamo io e la mia dolce metà, soli davanti al televisore a contare ‘Meno 10.. 9… 8…’ in attesa che i figli chiamino per gli auguri; fino ad oggi non hanno mai deluso le aspettative, ti farò sapere quest’anno come andrà.
    Ah, no, ho detto un’inesattezza! Non siamo soli e la mia dolce metà, c’è anche il gatto! O meglio, ci sarebbe… perché appena cominciano i classici spari di mezzanotte Artù si infila sotto il letto e ci fa passare un bel po’ di tempo svegli, dopo la mezzanotte, a cercare di tranquillizzarlo e a provare a farlo venir fuori da sotto il letto! Certo come veglione non è il massimo, ma insomma sempre svegli stiamo… o no? 😉

  2. Alessia ha detto:

    ti dirò, lo stesso dilemma attanaglia anche noi!
    President o Gold? voci di corrodoio dicono che over 30 al Presidente e under 30 al Gold, quindi…
    ti telefono per sapere in anticipo il risultato delle vostre “primarie”!!!

  3. gianlucalbanese ha detto:

    Capisco perfettamente quello che dice Virginia, soprattutto in questo periodo. Di sicuro, ViDi, quando avremo il piacere di averti tra noi a Siderno (magari in vacanza la prossima estate) ti conferirò il titolo di presidentessa onoraria del gruppo degli “evergreen”. Te lo meriti proprio 🙂

    Per quanto attiene all’exit poll pubblicato dalla pasionaria riccia, beh…noi evergreen non abbiamo scampo: President per forza! E ci sarai pure tu, quindi, visto che hai compiuto 31 anni… 😀
    In ogni caso, non abbiamo ancora fatto le primarie per decidere. Una sola cosa è certa: saranno fatte prima di quelle del Pd… 😀
    Comunque, ci sentiamo prima del 31 così vediamo se possiamo trascorrere il capodanno insieme, ok?

    P.S:: Hai notizie di Marianna?

  4. Pietro ha detto:

    …svegliatemi quando tutto sarà finito…l’anno scorso sono uscito per controllare mio figlio, dopo mezzanotte, per i vicoli bui di Natile Vecchio. C’era lo spazzino in giro, che fregandosene del buon Brunetta, usava il motocarro che serve per raccogliere i rifiuti e ha pensato bene di accendere il lampeggiante che ha spaventato gli avventori dei vecchi saloon dell’antico West Aspromontano. Così per un po’ hanno smesso di sparare, gli sbruffoni che ogni anno si scatenano, a capodanno!!! Se fossi venuto giù a Natile avrei trascorso il capodanno davanti al camino…siccome sono qui, se il tempo non ci permetterà di passarlo in montagna, lo passerò a Imola davanti al termosifone…:-))

  5. AleJonica ha detto:

    Gianluca,
    senti questi musica che fu sigla di un programma di fine anni ’70 e ’80 andato in onda su TRS e che adesso è in onda su una tv nazionale.

    sentila…

    http://it.youtube.com/watch?v=VWPOtnsfqpY

  6. Virginia ha detto:

    Lino Toffolo ebbe a dire che l’uomo ha 4 fasi della vita : la fase della fanciullezza, la fase della giovinezza, quella della maturità e e quella del ‘ti trovo bene!’
    … non è che questo titolo di presidentessa onoraria del gruppo degli “evergreen” è un sinonimo del ‘Ti trovo bene!’, vero? 😉

    Scherzo, Gianluca, eh!
    E grazie per aver detto che sarebbe un piacere se venissi lì! 😀

  7. Alessia ha detto:

    se aspettiamo il PD e le sue primarie… è passato Natale, passa Capodanno e pure la Befana! ma niente paura, troveremo la soluzione giusta o meglio ancora la quadratura del cerchio!
    adesso è importante decidere a quale veglione andare ed io, da brava sostenitrice del PD, dimostro di aver imparato bene come si fanno le cose: se alle ultime elezioni tutti gli schieramenti politici avevano la lista bloccata (e di questo dobbiamo ringraziare Berlusconi…), io ho il tavolo bloccato al President!!!
    e se le tradizioni si rispetteranno, e se “il bagno è sempre in fondo a destra” come ci insegna Giorgio Gaber, noi di certo avremo i tavoli vicini: al centro-sinistra!!!
    ah ah ah

  8. Pietro ha detto:

    …ma come, Alessia, non hai indetto delle primarie per scegliere il tavolo? nn’amo bbene! Io ho rischiato di rimanere isolato dal mondo, circondato da famelici cinghiali, caprioli e fagiani…mi sono difeso soltanto accendendo la tv su un film western dove sparavano all’impazzata, alzando al massimo il volume…poi, ieri sera alle nove ha smesso di nevecare e così oggi sono ritornato a casa, trovando ad accogliermi la fanfara dei bersaglieri e le autorità tutte…così, forse, passerò il capodanno davanti al termosifone…e cmq, dovunque saremo, auguri un po’ a tutti quanti.

  9. giuseppe ha detto:

    Veglione Veglione Veglione. L’anno scorso mi sono divertito e per quest’anno vada come vada…Mi chiedo, però, se un vecchietto come me è sempre obbligato a scegliere tra la confusione e il casino. E’ dura convincersi che gli anni passano. Vorrei cmq lanciare un quesito da questo blog: in percentuale, quante probabilità ha un 40 enne di conoscere la donna “giusta” in discoteca?
    P.S. Non è il mio caso

  10. Alessia ha detto:

    ti dirò, Pietro, che ho dovuto scegliere anche la collocazione del tavolo all’interno della sala: più o meno vicino a questo o a quello, come se scegliessimo la casa e i vicini… ma niente primarie! ho bloccato il tavolo e chi è dei nostri si vedrà stasera (salvo rinuncie dell’ultim’ora!)
    ma che vuoi farci, le cose vanno così!
    la neve è bellissima, e rimanere bloccati in montagna sarebbe l’ideale per riflettere un pò .
    a capodanno è come se si azzerasse tutto, è come fare i conti con l’anno appena trascorso, tirare le somme, uscire in pareggio e poi ripartire alla grande con un nuovo inizio e uno spirito migliorato.
    purtroppo lo scorso anno siamo partiti tutti con le gomme a terra e il freno a mano tirato : la vita ci ha fatto scontrare con i suoi aspetti più duri e difficili e ci ha segnato nelle pieghe dell’animo; anche quest’anno partirò a velocità ridotta ma lo accetto per quello che è. è la vita!
    stamattina sono un pò malinconica, succede sempre nei momenti in cui il riepilogo è d’obbligo e guardarsi indietro fa male più che dare forza.
    speriamo di riprenderci nella serata…

    p.s.- Pietro, molla il termosifone e vai a fare casino fuori!!!

  11. Pietro ha detto:

    Ciao Alessia, cos’è sta malinconia?
    A me, la notte bloccato in montagna, oltre alla meditazione (Gianluca avrebbe scritto post da aggiornare il blog per una settimana 🙂 ) mi ha regalato anche un gran bel raffreddore. Per cui, non chiedermi di mollare il termosifone. In più, oltre al fatto che non rinuncerei mai al mio piccolo angolo di Aspromonte siml/tamarroide, ci son dovuto tornare sia ieri che oggi, ad accudire la cavalla e gli altri animaletti, in una temperatura costantemente sotto 0 che mi ha costretto a dei lavori extra che, pur febbricitante, erano improctrastrinrabrili 🙂 ! Questa estate, mi veniva da ridere a vedere tutti gli abitanti di Tossignano con jeep e macchine 4×4, perché per me la montagna era ben altra cosa…beh, adesso ho dovuto ricredermi…è dura anche qui, la montagna, ed è anche truffaldina, con le sue colture tutte belle precisine e le sue finte “dolci pianure”…dolci un corno! Rivoglio “u pagliaru i Micuni”, quello che una lupa aveva scelto per partorire ma che d’estate doveva mollarci per forza, perché dovevamo dormirci noi, lì dentro, altro che cimbula e burduna!

    Così stasera mi sento come un giocattolo lego mal assemblato e pronto a cadere a pezzi, ma avrò la scusa per andare a letto presto. Qui non si sente un botto che sia uno, Oggi ho riassaggiato il caffè con l’anice, giusto per avere qualche ricordo che Gianluca, al quale faccio i più fervidi auguri di pronta guarigione, non ha…vero, Gianluca, che il caffè fatto sul fuoco e “corretto” con l’anice non lo ricordi? Purtroppo l’anice non era il leggendario “Nicotra”, che era diventato anche il “marchio” con il quale bollavamo coloro che ciucavano spesso e volentieri, e quindi l’amarcord era purtroppo un pochino svampito. Ma buono lo stesso. A me, come ho già scritto, le feste mettono soltanto malinconia e voglia di vederle passare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: