Spremutao do Brasil

Chi, come me, abita nella Locride e viene sorpreso ad acquistare limoni e arance al supermercato, viene guardato con grande commiserazione dagli astanti. Quegli sguardi, infatti, sembrano dire: «Poverino, non ha neanche un aranceto sotto casa ed è costretto a comprare gli agrumi». Ebbene sì, sono uno straccione e se c’è una cosa che mi manca, in questo periodo di malanni alle vie respiratorie, sono proprio le borse piene di arance da spremere. E così, le vado a comprare. Stamani ho scoperto, per l’ennesima volta, che le leggi della grande distribuzione non obbediscono alla logica. Già, perchè le arance che ho acquistato al supermercato (uno vale l’altro nella grande distribuzione) arrivano dal Brasile! Dal Brasile? Proprio così. Nella terra in cui solo gli sfigati come me non hanno un albero di arance, dobbiamo comprare gli agrumi che arrivano dal Brasile. Non vedo l’ora che si facciano le 17 (è più o meno l’ora della spremuta, un rito quasi britannico che prende il posto di quello del tè) per sentire il sapore delle arance brasiliane.
«…BRASIL…LALALALALALALALA»

Annunci

2 Responses to Spremutao do Brasil

  1. paolo ha detto:

    appena ti rimetti in sesto ti porto in un posto dove puoi prendere tutte le arance che vuoi.
    Fammi un fischio

  2. Virginia ha detto:

    Mi par di vedere la scena: alle 17,00 in punto le arance escono dal sacchetto facendo il trenino! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: