Cronaca dei flop annunciati

Finalmente abbiamo un quadro più chiaro del voto europeo. Questi i principali dati che sono emersi:

1) Il plebiscito che si aspettava il Cainano non c’è stato. Anzi, ha perso un paio di punti in percentuale rispetto alle Politiche del 2008. Meno male.
2) Il Pd è in caduta libera e ancora paga la straordinaria intuizione di Veltroni che decise che il partito doveva correre da solo. Ora, i “democrat” hanno due scelte: o implodere oppure rifare un’alleanza larga del tipo “Unione” per intenderci, altrimenti è meglio che si sciolgano, così presi dalle beghe interne di correnti e dall’incapacità di parlare alla gente, nonostante un buon leader come Franceschini.
3) Al Nord continua a imperversare la Lega, che ormai è radicata persino in Toscana. Jamu ch’i cazzi… Al Sud, invece, registriamo il flop della macedonia Mpa-Postfascisti-Pensionati-ExnotistipoliticidelTg1 che a livello nazionale raccoglie qualche decimale in più dei radicali.
4) Italia dei Valori raddoppia i propri consensi, segno che la questione morale di berlingueriana memoria “tira” ancora parecchio, come ha detto ieri era un appesantito ma felice De Magistris, che ha anche parlato di un atteggiamento culturale diverso dal berlusconismo imperante. Questione morale e cultura alternativa: e se la sinistra tutta ripartisse da lì?
5) La Sinistra divisa non supera lo sbarramento. Se un elettore come me non l’ha votata, qualcosa di negativo l’avrà pure percepita: non ci si può presentare con dei progetti validi (Sinistra e Libertà) ma senza una bella selezione della classe dirigente; non si può fare leva sui simboli e sull’ideologia (Lista Comunista) e poi presentare sempre le stesse facce, ad ogni tornata elettorale. Questo è un problema che riguarda sia la Sinistra che il Pd: un ricambio della classe dirigente da selezionare in base alla questione morale diventa a questo punto indispensabile, altrimenti il Pd rischia l’implosione e milioni di voti dati alla Sinistra vengono persi per il gioco dello sbarramento.

A ottobre il Pd sarà a congresso: riflettano pure sul fallimento della politica dell’isolazionismo e tornino ad allacciare un rapporto con la Sinistra. E’ l’unica via, e D’Alema sembra averlo capito. Staremo a vedere. Altrimenti, lascino a Tonino la guida di un nuovo centrosinistra unito.

Annunci

4 Responses to Cronaca dei flop annunciati

  1. Virginia ha detto:

    Per carità, D’Alema no!!! Se siamo così combinati è pure grazie a lui, mica solo a Veltroni!
    Meglio Tonino! Mille volte meglio un liberale illuminato che un liberista oscurato!!!
    Questione morale e cultura alternativa: condivido, è da questo che si deve partire.
    Ci sono 4 anni per creare intorno a questo un progetto forte, un programma che in campagna elettorale non parli di Noemi e di quante ragazzine si è trombato Berlusconi ma di cosa concretamente, coerentemente e ALTERNATIVAMENTE alla destra si propone; vediamo come va, e sennò viva Tonino.

  2. antonio ha detto:

    Mi sembra che a Siderno tutto sommato il centro destra non sia andato poi tanto male, anche se diciamo che non mi sia piaciuto poi tanto vedere i componenti della nostra attuale maggioranza cercare di fregarsi i voti tra di loro e parlo dei componenti di PDl MPA e UDC.Mi dispiace molto per l’on. Cherubino che con i suoi scarsi 800 voti si è perso proprio per strada come si sul dire.Il PD poteva andare molto meglio risultato deludente.Dopo questi risultati sono curioso di vedere come si muoveranno i nostri politici.

  3. pietro ha detto:

    A Bologna, per fortuna…

    http://www.repubblica.it/speciale/2009/elezioni/comunali/bologna.html

    Adesso diranno che il Berlusca è andato giù per via delle sue disavventure erotiche…io avrei preferito che questo flop fosse invece completamente riconducibile all’azione politica del suo Governo.

  4. maxreale ha detto:

    Non ti preoccupare Pietro: gli italiani lo hanno punito perche’ vogliono fargli capire che non deve distrarsi con le donne…. deve concentrarsi di piu’ sulle leggi “ad personam” e su quelle per avvantaggiare i ricchi a discapito dei poveri.

    Sono 16 anni che combina disgrazie, ha portato questo paese e la politica italiana all’imbarbarimento, ha rincoglionito 3/4 del popolo italiano con le sue trasmissioni televisive ed i suoi giornali, ci ha fatti diventare come l’inter (in Europa tutti ridono di noi) ed ora vorrebbe distrarsi con la giovane Noemi Letizia ed altre ragazze?
    Giammai!
    SILVIO, IL POPOLO ITALIANO NON VUOLE VEDERTI RILASSATO: DEVI CONTINUARE LA TUA OPERA INIZIATA 16 ANNI FA, FAGLI VEDERE A PIETRO CHE IL TUO PROGRAMMA CONTINUA E CHE NON PENSI ALLA GNOCCA!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: