Eppure il vento soffia ancora

Il vento di ponente, quello che soffia spesso dalle mie parti, presenta aspetti positivi e negativi. Da un lato, infatti, rende l’acqua del mare limpidissima e piatta; dall’altro, impedisce di leggere il giornale in spiaggia, perchè “il frutto del nostro lavoro” rischia di volare in mare insieme agli ombrelloni, ai teli spugna e alle magliette incautamente lasciate senza un sasso sopra. Nei bollettini meteo, viene indicato come “moderato”. A parte che questa parola mi sta antipatica di suo… moderato un corno! Provate ad andare in bicicletta su uno dei tanti ponti della nostra famigerata statale 106 (meglio nota come la “strada della morte” per l’altissimo numero di incidenti stradali): scoprirete che il rischio di essere scaraventati per terra è reale, anche per un bestione di 94 chili come me! Ma oggi non me la prendo col vento: al mare basta leggere un libro invece che i giornali (questi si leggono a casa) e io ne sto leggendo uno bellissimo, del quale scriverò, come sempre, quando l’avrò finito. Poi, basta legare con un filo di spago l’ombrellone a un sasso e avere un minimo di pazienza in più. E così, l’estate da noi è iniziata con una bella giornata di mare, nonostante il vento. Più tardi farò un giro nei seggi per vedere l’affluenza ai referendum, che alle ore 12 era ferma al 4% su scala nazionale. Se il buongiorno si vede dal mattino… Beh, io sto per iniziare a lavorare, ma tanti sono (giustamente) al mare. Noi antireferendari incrociamo le dita e sopportiamo anche il vento che soffia ancora. E magari ascoltiamo questa splendida canzone di un grande cantautore che non c’è più

Annunci

2 Responses to Eppure il vento soffia ancora

  1. Virginia ha detto:

    Da me si ballotta, sicché stamane sono andata a votare anche per il sindaco. Al di là del voto amministrativo, ho rifiutato le prime due schede referendarie, ho ritirato e votato solo per la terza; prima di me e dopo di me altri due non hanno ritirato nessuna scheda del referendum. E’un campione di scarsissimo valore statistico, ma se ci basassimo su questo dovremmo dire che il 66% degli italiani non ha votato e che, del 33% che ha votato, il relativo 33% ha votato una sola scheda.
    Vediamo se ci piglio più io o Pagnoncelli! 🙂

  2. maxreale ha detto:

    hai speso benissimo il tempo guadagnato non andando a votare!
    Grazie per averci fatto vedere l’esibizione di quello che io reputo uno dei piu’ bravi cantautori italiani: meno impegnato dei vari Guccini, De Andre’, Fossati, ma semplice e diretto.
    Io l’ho visto qualche annetto fa a Mammola e mi ha conquistato…. unico neo quella sigaretta di merda sempre fra le dita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: