Presentato “Strade Interrotte”

Presentazione Strade interrotte

Un successone. Non saprei definire altrimenti la presentazione del libro “Strade interrotte” del nostro amico Pietro Sergi, che ha avuto luogo questa sera sul lungomare di Roccella Jonica e che, colto dall’eterno morbo della rapacità giornalistica, ho voluto pubblicare per primo su internet. Folta e qualificata la platea che ha assistito all’evento, il primo dei caffè letterari promossi da questa lungimirante amministrazione comunale. Ha moderato l’amica Maria Teresa D’Agostino, mentre io ho fatto da relatore. Molte le presenze di spessore, tra cui quella del sindaco (ovviamente di Roccella Jonica) Giuseppe Certomà
Saluto Certomà

Alla fine, Pietro ha passato mezzora a firmare autografi e a scrivere dediche sulla terza pagina dei molti volumi venduti. Poi, a un certo punto, come spesso accade, la cultura ha lasciato il posto alle esigenze della panza. Fedeli al detto “A ggenti voli u mangia”, ci siamo trasferiti al lido delle stelle per una cenetta di mezzanotte, ospiti dello straordinario presidente del consiglio comunale Pasquale Vozzo, qui ritratto con l’autore e con la deliziosa consorte, nonchè affidabilissima collega di CO Simona Ansani
Vozzo Ansani Sergi

Buona cucina, scherzi, frizzi e lazzi hanno caratterizzato la serata appena conclusa, compresa una jam session che mi ha visto protagonista insieme al gruppo di tarantella che si stava esibendo, insieme al quale ho cantato due grandi classici della canzone popolare locale come “Mulinarella” e “Spagna”. Davvero una bella serata. Una di quelle in cui, una volta tanto, la cultura ha battuto l’edilizia 😉

Annunci

4 Responses to Presentato “Strade Interrotte”

  1. Virginia ha detto:

    Queste notizie e le relative immagini sono state sufficienti a fare una paginetta sul sito, per cui grazie Gianluca. 😀
    Magari, però, se hai anche altro materiale, ti sarei grata se lo giri a me sulla mail o a Pietro che poi me lo inoltrerà; più materiale ho, più ricca verrà la pagina!
    Complimenti all’autore, agli organizzatori, alla moderatrice e al relatore (sarei curiosissima di sapere cosa avete detto tutti… mannaggia, prima o poi riuscirò ad esserci, in una di queste presentazioni).
    La cosa che mi fa molto piacere è che la serata è andata bene: da noi al sud la cultura è troppo spesso quasi un’ extracomunitaria, e scoprire che invece per una sera ha battuto l’edilizia mi rincuora assai!

    P.S. Mezz’ora a firmare autografi, eh? … mmmhhh… forse è il momento buono per presentare al capo la parcella da webmaster! 8)

  2. pietro ha detto:

    Eccomi qui,
    di ritorno dalla Calabria, dopo un rocambolesco viaggio in treno, con valige degne di un vero emigrante.
    Approfitto per ringraziare Gianluca, di cui, però, parlerò dopo…e tutti coloro che, a vario titolo, mi hanno permesso di poter presentare il libro prima, e la bellissima serata canoro/mangereccia dopo. Ho avuto il piacere di conoscere il simpaticissimo Pasquale, che spero di incontrare davvero ogni volta che tornerò giù in Calabria. Grazie a Simona per l’articolo e per la gradevolissima sua compagnia e grazie, naturalmente, alla bravissima relatrice, Maria Teresa D’Agostino. Lascio per ultimo (ma non ultimo…anzi…) il mio ringraziamento al sindaco, con il quale ho avuto il piacere di conversare per un buon quarto d’ora prima dell’inizio (essì, perché il sindaco di Roccella è arrivato prima di me…meditate sindaci e amministratori – anche del mio Comune – meditate…).
    Un piccolo rammarico, se posso trovarne uno, è quello di non aver visto tra
    il pubblico una chioma riccia e bionda e di non “averle”, dunque, potuto
    “farle” gli auguri dal vivo. Per cui, con imperdonabile ritardo, del quale
    spero mi vengano magnanimamente riconosciute le attenuanti generiche
    (pensavo di incontrarla…), glieli faccio adesso: auguroni, Alessia. Mentre
    Max ha avuto degli inconvenienti, e così non ho avuto il piacere di
    incontrare i nostri amici bloggaroli.
    Ad ogni modo, la piazzetta piena, i commenti successivi alla presentazione, alcune presenze molto significative per me, mi danno soltanto la conferma delle mie convinzioni precedenti all’iniziativa. Infatti ero convinto che sarebbe andata bene. Spero ce ne siano altre. Ho scoperto, inoltre, che il microfono attira Gianluca più di quanto un gelato attira un bambino, che si aggira davanti al banco dei gelati impaziente. Il repertorio è da ampliare, ma la sua performance davvero coinvolgente. Complimenti.
    Grazie di nuovo a tutti quanti e a presto, magari ancora più numerosi, bloggaroli compresi 😉

  3. maxreale ha detto:

    che peccato non esserci!!
    e pensare che fino alla sera prima mi ero organizzato per essere presente ma poi…. la varicella ha fatto strage a casa mia e non mi sono potuto muovere. Pero’ una soddisfazione me la sono tolta: ho ricevuto la cazzijata telefonica dell’autore del libro in carne ed ossa!!!!

  4. pietro ha detto:

    …più carne che ossa, Max…
    Ti ringrazio lo stesso e sarà, sicuramente, per la prossima volta, magari, perché no, a Siderno. 😉

    PS: non era una cazzijata, ci mencherebbe, era solo il tentativo di strapparti da un posibile contagio di varicella…:-))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: