Minino Garay y los tambores del Sur

Minino Garai

Lo spettacolo di questa sera del gruppo argentino dei Minino Garay y los tambores del Sur sul lungomare di Caulonia Marina, ha rappresentato una delle pagine più belle dell’intera storia del Roccella Jazz Festival “Rumori Mediterranei”. Immaginate il gruppo di Carlos Santana, con quelle melodie esaltate dalla chitarra elettrica di Pajaro Canzani e da un tripudio di percussioni, con la voce e la simpatia del cantante, col quale ho “interagito” dalla platea, visto che nel momento in cui ha detto “El pueblo unido…”, sono stato il più lesto a dire (e ripetere, su richiesta del sassofonista) «…jamas sera vencido». Spettacoli del genere nella nostra zona sono una rarità da non perdere. Una di quelle serate in cui la musica ti trascina con sè e tu non pensi più a niente!

Al ritorno, dopo aver superato lo “scoglio” del traffico della festa patronale di Marina di Gioiosa, ho voluto fare mezzo giro a Siderno, intorno alle 2. Non nascondo di aver provato un sottile piacere, nel vedere le pattuglie della Guardia di Finanza, fermare e perquisire, con l’ausilio di cani antidroga, macchine sportive e costose piene di giovanotti baldanzosi e forse desiderosi di sballarsi in qualche rave party. Vedere quei deliziosi esemplari di pastore tedesco poggiare le poderose zampe su quei sedili freschi di autolavaggio o i loro nasi umidi sui pantaloni griffati dei “rave boys” è stata una scena che mi ha fatto pensare che a me, in fondo, i cani e i finanzieri sono sempre stati simpatici. Una delle tante differenze che esistono tra me e il Cainano. Quest’ultimo, infatti, ha da tempo tradotto il suo odio verso le Fiamme Gialle in quell’insulsa barzelletta che fa più o meno così:

«Un giorno nell’azienda di un imprenditore intento a lavorare irrompono dei loschi figuri che urlano: “fermi tutti, questa è una rapina”. E l’imprenditore, visibilmente sollevato fa: “Meno male: pensavo che fosse la Guardia di Finanza”».

Che cazzata!

Chiamatemi “fascio” o “ayatollah”, ma il concetto di libertà occidentale che coincide con l’esigenza collettiva di sballarsi con le peggiori porcherie mi fa schifo. Sono fatto così.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: