E’ nata una stella

settembre 29, 2009

1212573128391_00c7e0d9

Mentre Gargiazza Mourinho continua a rimediare magre figure, pareggiando a stento in casa di una squadra che ha lo stesso prestigio internazionale dell’Albinoleffe, la Fiorentina batte il Liverpool, trascinata da un giocatore che a neanche vent’anni è già uno dei principali protagonisti di campionato e Champions League. Si chiama Stevan Jovetic ed è montenegrino. Gino Paoli direbbe di lui che è «un omino che non ha la faccia da campione» e, in effetti, ricorda il Ninetto Davoli di qualche decennio fa; quello dello spot del cracker Gran Pavesi. Ma lui è un campione vero. Complimenti a chi l’ha scelto e lo ha portato in una piazza importante (anche dal punto di vista calcistico) come Firenze. Tra tanti bidoni che arrivano dall’estero, e che spesso vanno a finire nel petrolclub – del resto, è il luogo ideale per ospitare dei bidoni…- , ogni tanto arriva un campione vero. Complimenti Stevan!


“u cani muzzica sempi u cchiù sciancatu…”

settembre 27, 2009

Il detto popolare significa che «il cane morde sempre il più malconcio». Mi è venuto in mente osservando la situazione meteo dalle mie parti: piove quasi ininterrottamente da una decina di giorni, la statale 106 è interrotta all’altezza di Squillace, Bianco è in ginocchio con case e negozi allagati, famiglie sfollate e Comune che chiede lo stato di calamità naturale. Fuori da casa mia i soliti “laghetti” e “fiumiciattoli” e il mare che minaccia di far sentire la propria forza, aiutato dal forte vento. E siamo solo a settembre, il mese che una volta era riservato ai bagnanti più faceti, quelli che amavano nuotare senza la canicola di luglio e agosto e ripetevano compiaciuti che «i migliori bagni si fanno a giugno e settembre». Mi chiedo come mai, invece, al raduno leghista di Pontida e in occasione di altre zambarate del genere il sole (delle Alpi) splenda sempre così radioso. Perchè? 😦


Belìn che botta!

settembre 26, 2009

mourinho

Gargiazza Mourinho c’è rimasto proprio male, dopo la sconfitta del petrolclub a Marassi contro la Samp. Ora, secondo me, chiederà a Moratti l’acquisto di altri tre trequartisti, due attaccanti, un portiere, tre difensori, un magazziniere e un nuovo massaggiatore. Io, invece, suggerirei al petroliere l’ingaggio di un mio caro amico, che calcisticamente è molto più competente di lui, sarebbe un ottimo consulente di mercato e, soprattutto, è molto più simpatico di Gargiazza. Si chiama Carlo Albanese, non è mio parente, e dopo una felice esperienza nella locale squadra di calcio a cinque, ha dichiarato di essere disponibile a cimentarsi in altre avventure calcistiche per trovare nuovi stimoli. Tra l’altro è anche interista. Ed è abbastanza obiettivo. Massimo “woodenteeth” Moratti: prendilo! 🙂


Da capitan Ventosa a capitan Fracassa

settembre 25, 2009

O, se preferite, chi di refuso ferisce, di refuso perisce. Ho scoperto, infatti, guardando in Tv il programma che ho registrato ieri sera, che per un errore in fase di montaggio e post produzione, hanno omesso di tagliare una pausa del programma, un fuori onda in cui comunicavo con la regia in dialetto stretto e con una mimica assolutamente genuina. Mi scuso con chi ha visto il programma, declinando ogni responsabilità riguardo la figuraccia. Può succedere. Così come non mi sento di buttare la croce addosso al regista che, montando il programma a fine giornata lavorativa, un errore lo può anche commettere. Di sicuro non mi ha fatto piacere, ma ormai la frittata è fatta 😦


Come capitan Ventosa… :-)

settembre 25, 2009

Stasera ho capito che la gente, quella più umile, quando non si fida più della politica, o meglio dei politici di qualsiasi schieramento, si affida o alle forze dell’ordine, o alla magistratura tramite un avvocato, oppure agli organi di stampa. Per la diffusione del ricorso a quest’ultimo caso, hanno influito parecchio programmi televisivi di denuncia come le Iene, Striscia la Notizia, Mi manda Raitre ecc.
Con le dovute proporzioni e senza rivendicare meriti che non mi spettano in alcun modo, stasera, almeno per un attimo, mi sono sentito come se fossi una sorta di capitan Ventosa paesano… 😀
E non è male come sensazione 🙂

capitan Ventosa


Refus 070

settembre 23, 2009

Non voglio millantare parentele col ben più noto “Refus 076”, ma ogni tanto qualche refuso bello grosso lo trovo pure io. Questo l’ho fotografato ieri sera ed è tratto dal sito ufficiale del Comune di Siderno http://www.comune.siderno.rc.it.
“Operazione strasparenza” è troppo bello e compare sia in questo documento che in un altro 😀
Più “strasparente” di così… 😀

Operazione strasparenza

Comunque, refusi a parte, voglio fare i miei modestissimi complimenti a quei farabutti di Travaglio, Padellaro, Colombo & Co. che alla prima uscita del loro nuovo quotidiano “Il fatto quotidiano” hanno fatto registrare il “tutto esaurito” nelle vendite. Questo significa che la gente ha fame di informazione (nazionale) libera, non condizionata e veritiera, senza vincoli e bavagli. All’insegna della “strasparenza”, insomma. Io, al “Fatto quotidiano” mi ci sono abbonato alla versione in .pdf: ne vale la pena!

BENVENUTI TRE FARABUTTI! 🙂
travaglio
Padellaro1-933eb
furio_colombo_2


Siamo tutti dei farabutti!

settembre 21, 2009

Il sindaco di Locri Francesco Macrì, intervenendo nel dibattito che ha preceduto l’elezione del nuovo presidente dell’assemblea dei sindaci della Locride, ha detto che «per trovare una soluzione unitaria, l’unica cosa che dobbiamo fare è riunirci tra di noi senza la presenza dei giornalisti, e troveremo subito l’accordo». Il problema, quindi, era la nostra presenza. Peccato che Macrì, che quando fa lo “sprezzante” mi è ancora più simpatico, abbia dimenticato che non si trattava di eleggere il nuovo presidente della “loggia del Leopardo” nella Milwaukee di “Happy Days”, ma il leader di un’associazione importante dal punto di vista politico, per i destini di un intero comprensorio. Insomma, si trattava di una riunione dall’indiscussa rilevanza pubblica e che si teneva in luogo aperto al pubblico, non il convivio di una conventicola qualsiasi. Il punto è che quello che Macrì pensa e ha il coraggio di dire, forse lo pensano anche altri primi cittadini e politicanti locali. Già il primo cittadino di Gerace e presidente del comitato esecutivo dell’associazione dei comuni della Locride, nel suo intervento si è scagliato contro «quei giornalisti avventati» che avevano fatto i nomi dei papabili per la sua successione, sulla scorta di dati oggettivi emersi durante una riunione tra i primi cittadini di distretto. Insomma, se la nostra categoria sta sullo stomaco anche a una persona autenticamente simpatica e di animo buono come il sindaco di Gerace, immaginiamo agli altri. Il punto è che sono tutti contenti quando si parla bene di loro, gli si mette una bella foto (quella in cui sono usciti bene, ovviamente), mentre quando si tratta di scrivere cose a loro non gradite, ci rimangono male, e se la prendono con noi. Chiamatela pure “sindrome del Cainano”, quella che mi fa gridare insieme ai colleghi delle altre testate (compresa la stampa gratuita) : «siamo tutti dei farabutti».

P.S.: vi lascio la buonanotte con una dotta citazione, tratta da “La scomparsa dei fatti”: «Ogni mattina il buon giornalista deve dare un dispiacere a qualcuno». La frase è di Benedetto Croce. Che sia stato anche lui, sotto sotto un farabutto comunista, massimalista, antidemocratico e campione nell’arte della mistificazione e della disinformazione? 😀