L’uomo della provvidenza

reggio-calabria-sindaco

Meno male che Reggio c’è. Sembra essere questo il filo conduttore del lungo intervento del candidato in pectore del centrodestra alla presidenza della Regione Giuseppe Scopelliti, protagonista ieri sera a palazzo Nieddu di un incontro voluto dal suo omologo locrese Francesco Macrì e incentrato sul tema “Un progetto di sviluppo per la Locride”. Appare “reggiocentrica”, infatti, la visione che ha Scopelliti del suo progetto per la nostra zona: da un lato, infatti, ha rivendicato i risultati della propria gestione amministrativa; dall’altro, ha indicato nella città metropolitana la grande occasione di sviluppo per tutto il territorio provinciale. Già, lo sviluppo. Dopo aver recepito i suggerimenti da parte di chi è intervenuto, chiedendo risposte su università di Locri, sanità, valorizzazione dei prodotti agricoli e fiscalità di vantaggio, Scopelliti – introdotto dal sindaco Macrì che ha rimarcato «la necessità di promuovere la cultura della solidarietà tra amministratori per lanciare il “modello Locride” tra le priorità del governo regionale» e l’assessore alla Cultura del Comune di Palmi Nunzio Lacquaniti – ha indicato nello sviluppo turistico della Locride il primo grande investimento da compiere «valorizzando le infrastrutture come l’aeroporto di Reggio, il porto di Roccella e il patrimonio artistico della provincia, da mettere in rete col museo del capoluogo, perchè il turismo serio non si ferma solo a Reggio ma i suoi benefici si possono estendere a tutta la provincia. Da sindaco – ha detto – ho promosso cultura e organizzato spettacoli subendo anche aspre critiche da parte di chi non ha capito che così facendo ho proiettato la mia città in una dimensione più elevata, pensando soprattutto ai giovani. Ora, penso che dal punto di vista urbanistico Reggio sia satura, e quindi va da sè che le grandi strutture ricettive per i turisti attratti dal capoluogo potranno essere realizzate nelle zone decentrate». Scopelliti, quindi, ha vestito i panni del promotore turistico – proprio quel blazer blu tanto caro al leader degli albergatori della Locride Mario Diano – ma ha parlato anche di sanità «Loiero non ha avuto il coraggio di fare i piani di rientro quando poteva farli. Ora ci vuole il coraggio di fare delle scelte, tagliando i piccoli ospedali e innalzando il livello dell’offerta sanitaria, puntando sulla razionalizzazione delle emergenze e la complementarietà tra strutture pubbliche e private, con dei manager seri e non dei semplici ragionieri che devono solo far quadrare i conti. Basta ad una sanità che sia solo serbatoio di consenso elettorale», di burocrazia regionale «basta con queste lobbies che tengono in ostaggio i politici che si preoccupano solo di fare favori per essere rieletti» e di università locridea «una volta eletti, saremo i primi a batterci per mantenere questo presidio di cultura», glissando sulle stoccate di Franco Crinò che ha ravvisato la necessità di fare «dei coordinamenti cittadini del Pdl anche nella veste provvisoria di gruppi che si occupano delle elezioni regionali» e ha detto chiaramente «non vogliamo in lista gente che arriva all’ultimo momento».

GIANLUCA ALBANESE
g.albanese@calabriaora.it

Fin qui l’articolo uscito oggi. Cos’altro aggiungere? Che forse io e tanti miei conterranei non ci sentiamo “periferia di Reggio”. Mi sembra il caso di dirlo al suo primo cittadino, che si candida a fare il “sindaco della Calabria” con la benedizione del premier. Lui parla di Reggio come se avesse i turisti che visitano Firenze e i servizi e le infrastrutture di Stoccolma. Se così è, siamo proprio dei fessi a non andarci almeno ogni fine settimana; d’altronde un centinaio di chilometri si possono percorrere, anche se non impiegheremo meno di un’ora e mezza, visto lo stato dell’autostrada e della statale 106. La verità è che la “stagione dei sindaci” è passata da un quindicennio abbondante, e già allora i risultati non furono proprio straordinari: Bassolino, Rutelli, Veltroni, Cofferati, Cito e lo stesso Orlando capirono ben preso che un conto è amministrare una città e un conto è misurarsi col governo di enti sovracomunali. La gestione di una giunta regionale è un affare complicato, e forse non basta essere bravi imprenditori o politici rampanti per essere all’altezza. Neanche se si sfiorano i due metri.

Annunci

4 Responses to L’uomo della provvidenza

  1. Pietro ha detto:

    Strano che non abbia detto di essere il miglior sindaco degli ultimi 149 anni…
    Per farlo ridimensionare un pochino, ci vorrebbe una sonora scoppola alle elezioni.

  2. Antonio ha detto:

    Scopelliti reggiocentrico? Fosse così. Non lo è, anche se settori anche importanti della stampa e della politica, lo descrivono con toni di inappropriato lirismo. Scopelliti è già una frana come sindaco di Reggio; che ne sarà della locride, della Piana e dello stesso capoluogo di provinmcia il giorno in cui il “sindaco più amato dagli italiani” conquisteràl’agognata poltrona? Questi sono i dubbi di un reggino di Reggio che ama la locride.

  3. Alessia ha detto:

    concordo in pieno con il commento finale, e non mi sorprende che tu sia molto critico con Scopelliti perchè si intravede, a sprazzi, anche nel corpo dell’articolo pubblicato su CO.
    ho avuto modo di ascoltare le sue dichiarazioni anche a Telemia lo scorso giovedì sera, dove a parte la “strana” e quanto mai discutibile scelta degli ospiti in studio (uno si è letteralmente “sbrodolato” nell’elogiare il sindaco più bello d’Italia, l’altra non ha detto niente di più e niente di meno del solito che predica bene e razzola male) è emersa la solita corresponsabilità di tutti gli amministratori calabresei, di maggioranza o minoranza, presente i passati, nella rovina della nostra regione.
    ora, riflettendo sul mare di fumo gettato negli occhi degli elettori in questo “pre-partita” elettorale, mi chiedo se non sia sempre la stessa minestra quella che ci propinano. tutti buoni a fare le pulci agli avversari, a svelarne limiti ed errori, ad evidenziarne malafede e collusioni, dall’alto del pulpito immacolato dei buoni. non voglio fare attacchi specifici contro nessuno, la mia è una critica ampia e bipartisan, come impone la moda del momento!
    purtuttavia non posso non notare che le intenzioni, d’ovunque provengano, sono sempre buone finchè non si scontrano con la realtà e con le mediazioni, più o meno lecite, che implica.
    e comunque penso che il settore della sanità sia pieno di convenienze per tutti, amministratori e non, e di intrallazzi che nemmeno immaginiamo.
    certo, sentir dire che bisogna smetterla con favori, scambi elettorali e interessi personali, proprio da chi ha lottizzato gli incarichi nel proprio comune senza alcuna considerazione della legge Bersani, è il colmo!!!

  4. gianlucalbanese ha detto:

    Pietro e Alessia vi voglio così: chiari e coerenti, come sempre del resto. Intanto, do il mio benvenuto ad Antonio,che ha capito che la mia non era una polemica di campanile. La sapete un’altra? Siccome va di moda la balla del sindaco giovane, del “largo ai giovani” e così via, sapete chi è stato il capo del governo più giovane d’Italia? Vi fornisco solo iniziali, come in certe agenzie che usiamo per le “brevi” di cronaca: B.M., uno la cui matrice ideologica è molto simile a quella del primo Scopelliti, che venerdì a Locri ha detto che «Reggio è il capoluogo di Regione». Un lapsus freudiano che ha fatto sorridere i pidiellini di estrazione socialista e rispetto al quale il sindaco più amato dagli italiani si è corretto con un certo ritardo. I casi sono due: o non si era reso conto della gaffe, oppure sotto il blazer blu, in fondo, c’è sempre una camicia nera!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: