Non li riconoscevo più

Da elettore di sinistra, avrei dovuto compiacermi nel guardare, ieri sera, i pidiellini mostrare grandi crepe, coi finiani che minacciavano il ricorso a elezioni anticipate e un piccolo, ma importante segnale di ammutinamento nei confronti di padron Silvio, dopo aver sopportato di tutto ed essersi tappati il naso così tante volte da avere le narici ancora sigillate. Invece no. Mi stavo preoccupando. Perchè immaginavo un centrodestra a guida Fini, con una leader serio e credibile, senza scheletri nell’armadio – se non l’ormai lontana radice ideologica – e che avrebbe mal digerito un rapporto privilegiato con la Lega. Immaginavo un centrosinistra che, avendo appena iniziato la propria ricostruzione dopo l’isolazionismo suicida del Pd di Veltroni, sarebbe sicuramente arrivato impreparato alle elezioni e avrebbe subito un’altra sonora sconfitta, opposto a uno schieramento retto da una persona seria. Non li riconoscevo più: loro, così machiavellicamente amorali, che si preoccupavano di questioni di natura etica, o comunque di opportunità politica, connesse alla candidatura dell’ennesimo personaggio quantomeno equivoco come il “casalese” Cosentino. Per fortuna, è stato un incubo di breve durata. Oggi, padron Silvio ha ordinato ai suoi di restare uniti e di non andare ad elezioni anticipate. E soprattutto Cosentino rimane il probabile candidato del Pdl alla presidenza della Regione Campania. Questo è il Pdl che mi piace. E che vorrei fosse sconfitto. Per il bene del Paese.

P.S.: era da tempo che non guardavo il Tg2. D’ora in poi, lo chiamerò Tg2 al quadrato. Moltiplicando Tg2 per 2, infatti, fa Tg4. SERVIZIO TELEVISIVO PUBBLICO…VERGOGNA!

Annunci

13 Responses to Non li riconoscevo più

  1. vincenzo ha detto:

    poche ma semplici domande:se si sceglie di parlare di personaggi equivoci perchè si sceglie deliberatamente di non nominare nemmeno l’attuale governatore della campania e plurindagato Antonio Bassolino (per i rifiuti e per l’operazione di ristrutturazione del debito)..eppure il PD ha il più alto numero di giunte sciolte per Camorra!!Perchè su tutto questo marciume c’è il silenzio di regime, che non é quello di
    Berlusconi, ma quello della sinistra , delle sue gazzette e dei suoi innumerevoli blog…ultima domanda:il tg2 come anche il tg1 sono sempre stati diciamo benevoli coi vari governi di turno…ma allora perchè tutto ciò diventa vergognoso quando c’è al governo la destra ma diventa magicamente lecito quando la parte governante è quella rossa?e poi io mi ritengo più indignato a pagare il canone rai avendo nel pacchetto rai tre avamposto comunista nel servizio pubblico da ormai 20 anni!!!voi no?rete 4 cosi come il tg4 sono gratuiti!!………mah!singolari storie di comunisti facilmente scandalizzabili ma che difficilmente guardano il proprio orto!

  2. maxreale ha detto:

    Mario Orfeo ed Augusto Minzolini sono peggio di Fede, Mule’ e Mimun.
    Ormai il servizio pubblico viene fatto solo da Raitre, che resiste eroicamente ai molteplici attacchi che subisce giornalmente da Re Silvio. Oltre a raitre esiste solo la rete: se il Re riesce a piegare anche queste, entriamo in una dittatura mediatica senza ritorno.

  3. Virginia ha detto:

    Premetto che sono d’accordo con Vincenzo quando dice che il marciume è bipartisan: l’esempio di Bassolino è lampante, ed il fatto che nei due anni di governicchio Prodi non sia stato rimosso la dice lunga su quando l’Antonio tenga per le palle anche i vertici del partito.
    Circa l’informazione manipolata, direi che non mi scandalizza più di tanto: in fondo già per il passato RAI1 era della DC, RAI2 del PSI e RAI3 del PCI, quindi forse sono abituata a non aspettarmi imparzialità e ricevo minori delusioni di quelle che ricevi tu. In sostanza ho imparato a scegliermi l’informazione che voglio ascoltare, e degli altri ‘me ne fòtto’ come dice Rocco Barbaro.
    Però, Gianluca, tornando al tuo post, secondo me il problema serio che dovremmo porci NON E’ Berlusconi né l’attuale centrodestra.
    Il problema serio è che NON ESISTE un’alternativa VERA! Non c’è!
    Quelli che io non riconosco più sono quelli del cosiddetto centrosinistra, ed è molto grave ciò, dal mio punto di vista, molto più dei tira e molla della destra. Quelli lasciamoli a loro, se li spiccino come meglio credono, ma noi di qua che stiamo facendo? Stiamo veramente ponendoci come proposta alternativa o ancora una volta facciamo gli scimmiottamenti alla destra?
    La seconda che ho detto…
    Mò non voglio stare qua a fare l’elenco del malaffare o delle incoerenze del centro sinistra, però a volte sfioriamo il ridicolo; anche l’indignazione sulla privatizzazione dell’acqua: ma a chi pensano di prendere per i fondelli, che se non cadeva il governicchio Prodi l’acqua l’avrebbero privatizzata col decreto Lanzilotta che all’epoca fu osteggiato da quei COMUNISTI di Rifondazione?
    Come si può pensare di vincere se si è perdenti proprio in quanto incapaci di proporre politiche alternative vere?
    Parliamoci chiaro: ma tu davvero credi che, se alle prossime elezioni si presentasse Bersani come candidato premier, la spunterebbe su Berlusconi? Secondo me proprio per niente.
    Ci vuole un candidato che sappia muovere le folle come fa Berlusconi, e Bersani proprio non è adatto: a me fa venire sonno! Invece con lo statuto del PD la candidatura è ingabbiata, e quindi per il PD, a meno di un cambio di statuto, sarà proprio Bersani il candidato. Sì, certo, magari altri della probabile coalizione proporranno qualche nome diverso, ma innanzitutto il PD è partito di maggioranza relativa e quindi la vedo difficile che la spunti qualcun altro come leader, e poi se proprio si volesse presentare un volto diverso, andrebbe già scelto adesso così da poter iniziare immediatamente un percorso elettorale di vicinanza alla gente, di modifica delle istanze e delle politiche, in modo da arrivare in campagna elettorale con uno spessore e una credibilità che trascinino la gente.
    Ma tu ne vedi gente così in giro, capace di mettersi in gioco farsi seguire? E non dico solo nel PD, ma anche nei partiti residui di sinistra. Io no… il più famoso è Marrazzo in questo momento, ma non credo che possa vincere, se lo presentiamo. 😉
    Ti dirò che avrei visto più ‘trascinatore’ Franceschini, in quanto persona non ancora bruciata dal sistema, ma non credo che l’avrebbe spuntata manco lui.
    E la cosa paradossale è che questa situazione di mancanza di persona carismatica perdura da anni, ma nessuno nel centrosinistra si sbatte più di tanto per modificarla, anxi i pochi che potevano esserlo ( penso a Cofferati) sono stati bruciati ancor prima di scendere nella tenzone.
    Ascolta Guzzanti in questo video storico che metto in link, riproposto pochi giorni fa a ‘Parla con me’ e dimmi se non potrebbe andare benissimo anche oggi.

  4. Pietro ha detto:

    Professore, senza offesa: due maroni!
    Bisogna sempre parlare d’altro, in questo benedetto blog, dove si critica il PD a targhe alterne…alternate, cioè un giorno sì e l’altro pureP Proprio qui viene a dirci queste cose?
    Bassolino è indagato? Bene, speriamo nell’immunità parlamentare, ok?
    Immagino che SE i casalesi votano per Cosentino lo fanno perché hanno a cuore i problemi della gtente comune, vero?
    Per ciò che riguarda la TV quando ci toccano le autocelebrazioni a reti – PUBBLICHE – unificate, cosa dovremmo farci, noi, col canone TV?
    Dal punto di vista politico, infine, immagino che dietro Fini, Schifani e altri ci sia un “Gomblotto” communistico, rosso, anzi: brigato rosso. E il video hard su Fini, dov’è finito?

  5. Pietro ha detto:

    Per ciò che riguarda Fini, Giamluca, non è detto che stia azzeccando la tattica, ma secondo me vede il treno lanciato verso una sconfitta, che sta maturando, a suo modo di vedere le cose, proprio su quei temi sui quali lui si oppone. Berlusconi è avviato al tramonto, e il canto del cigno è forte e ben udibille da coloro che ambiscono al suo posto di leader del PDL.

  6. maxreale ha detto:

    Io credo che Fini abbia cambiato il suo rapporto con Berlusconi perche’ ora gli fa veramente paura…. guardate che le cose che sta facendo Re Silvio nell’ultimo anno sono veramente incredibili, senza precedenti, forse neanche Mussolini in un solo anno oso’ tanto!!
    Evidentemente Fini credeva di poterlo bloccare in qualsiasi momento ma poi, in un secondo momento, si e’ accorto che Berlusconi e’ ormai alla follia e quindi pericoloso per tutti.

  7. vincenzo ha detto:

    pietro e co. senza offesa….mi ricordavo i comunisti un po più elastici..ora i vostri geni politici si sono modificati evidentemente lasciando libero spazio al piagnisteo continuo!!!penso che virginia abbia colto il vero senso del mio piccolo intervento…se il marciume è bipartisan(lo è davvero!!!è sotto gli occhi di tutti!)perchè una certa parte della sinistra tende a rimarcare solo l’olezzo destrorso!!!cos’è il marciume sinistrorso è più decoroso!?!?!allora bando direi alle chiacchere da bar come:”in italia c’è un regime stile fascismo, il cainano va a mignotte, la privatizzazione dell’acqua ” e quanto possa alimentare una discussione di diciottenni esaltati politici alle prime armi! la vera domanda che ci si dovrebbe porre credo è:in italia esiste una alternativa concreta?….esiste una sinistra non facilmente scandalizzabile che ha dei programmi alternativi seri?esiste una sinistra che riesce a sottrarre elettori alla destra non a mezzo gionrali scandalistici ma con le idee?

  8. Virginia ha detto:

    Vincenzo, a parte il fatto che qua di comunisti ci siamo solo io e Gianluca, ma non esagerare, mò: che in Italia ci sia un regime è oggettivo! L’ultima prova è che si parla di rimuovere il direttore di RAI 3 per sostituirlo con un uomo in area Merdas… ehm… Mediaset, così imbavagliamo tutta l’informazione e via.
    E per questo è più grave che manchi una vera alternativa, una vera forza di opposizione: se Bersani dice che lui alla manifestazione contro Berlusconi non ci va perché non l’ha organizzata in proprio, per me è uno che o non ha capito ancora niente di quel che sta succedendo in Italia, o da uomo di apparato qual è, sta facendo il giochino del mantenersi buoni tutti, vuoi mai e l’unico alleato buono per governare rimanesse Berlusconi. Nell’uno o nell’altro caso è esecrabile.
    Io personalmente la forza alternativa la voglio invece fortemente oppositiva, non legata alla conta dei voti, con idee opposte a quelle del cainano e anche scandalizzabile, perché voglio essere rappresentata da gente che abbia un senso SERIO ed ALTO della morale: chi non si sente di essere integerrimo non faccia il politico.

  9. Pietro ha detto:

    Professò, co ‘sti comunisti ad ogni commento, siete pallosetti, sinceramente! Piagnisteo contro chi? Contro i giudici fascisti, che hanno inquisito Sassolino, per caso? Io mi lamento soltanto di questa situazione che non mi piace. Come ebbi modo di scrivere su questo blog, credo che gli elettori di sx siano molto più propoensi a criticare i propri leader di quanto lo siate voi di destra. Mai una critica al capo, né se va a mignotte, né se cerca di varare leggi anticostituzionali, né se privatizza l’acqua, né su nessun’altra cosa. Non credo, sinceramente, di poter essere accusato di tutto ciò che lei riporta, perché ho criticato Bersani, ho cercato di dire la mia in ogni post politico e quando ho scritto qualche messaggio sui pettegolezzi, le/i trans e le escort, l’ho scritto criticando a dx e a sx. Non certo per fare il moralista, ma per rimarcare la distanza dei politici dai problemi della gente comune, moltiplicati da questa crisi. Il fatto che a sx non si riesca a costruire delle valide alternative è in parte vero, ma è dovuto anche al fatto che non ci sottomettiamo ad un leader del quale accettiamo sempre tutto. Mal comune, caro prof., non è mezzo gaudio. Bassoliuno più Cosentino fanno due, non uno buono e uno meno buono. Però se io dovessi essere costretto a votare, voterei Bassolino. Sul regime, poi, credo che non c’è un regime nel significato stretto del termine, ma vedo il livore che i politici di dx hanno nei confronti delle trasmissioni di sx. Sono quelle trasmissioni che, a loro dire, dimostrano che in Italia non c’è un regime…però c’è un Ghedini che scrive le leggi e che è, naturalmente per uno strano gioco della sorte, anche l’avvocato di Berlusconi…e, sempre per uno strano gioco del destino, queste leggi vanno sempre ad occuparsi dei problemi di quei cittadini…che sempre per uno strano caso del destino, hanno gli stessi problemi giudiziari di Berlusconi.
    A me pare, francamente, che la tentazione di regime sia forte, ma che il coraggio non basti, a questi onorevoli. Però non sono mica fessi! Si fanno votare promettendo tutto ciò che chiunque chiede, poi usano queste elezioni come strumento per cercare di pararsi il culo, pensando che basta essere eletti per poter fare scempio persino della Costituzione. Di politici indagati ne abbiamo tanti anche noi a sx, chi lo nega? Però io NON VOGLIO che usufruiscano di una legge che li ponga al di sopra di me che li ho votati.
    Vengono votati dal popolo, viene loro perdonata ogni cosa, basta che vadano in tv a gridare contro i comunisti, poi facciano pure quello che vogliono.
    In questi giorni, ho avuto modo di vedere un video di Bossi che insultava la Boniver, con un gesto dell’ombrello ripetuto più volte, quando si era in piena tangentopoli. Ora la sostengono, proprio su quelle questioni per le quali la insultavano. In cambio chiedono restrizioni sugli immigrati e poco altro.
    Poi, cavolo, che c’entriamo noi comunisti (Gianluca e Virginia, smettetela di ridere e prendete atto che se non sono comunista per voi due, ci pensa il prof. ad intrupparmi nelle glorioso armate rosse .-)) in quello che dice Fini e Schifani? Sulle idee e sulle alternative, non ci vuole molto, basterebbe solo un minimo di buon senso e un pochino di litigiosità in meno. E se permette, caro prof., le vorrei fare una domanda: come giudica la riforma della giustizia, per ciò che riguarda il processo breve? Pensa davvero che i problemi di Berlusconi non c’entrino affatto?

  10. gianlucalbanese ha detto:

    Mi scuso con voi, cari amici, se intervengo solo adesso in questo interessante dibattito, ma chi tiene i miei ritmi di lavoro – sabato e domenica inclusi, come la vecchia pubblicità di Aiazzone – sa quanto sia difficile trovare una mezzoretta per concentrarmi sul mio inutile ma adorato blog. Che dire? Avete detto tutto voi. Io, da quando seguo la politica – almeno quella locale e regionale – per mestiere, ho un atteggiamento molto più “laico” nei suoi confronti. So benissimo che i buoni non stanno tutti da una parte e i cattivi tutti dall’altra. So che le idee camminano sulle gambe delle persone e quindi se non sono supportate da buone leve possono sbandare. Dico solo che se è vero che non c’è una sinistra esaltante (Pd in primis) è altrettanto vero che la destra targata padron Silvio è davvero scandalosa. Per tutti gli scheletri nell’armadio che hanno padron Silvio e i suoi sciuscià, per le leggi ad personam, le vallette che diventano ministri, il passato piduista, la contiguità di alcuni maggiorenti con ambienti mafiosi e così via. Quindi, ritengo che sarebbe utile al Paese avere anche una destra credibile, se proprio si va verso un vero bipolarismo, in cui non si demonizzi l’avversario e non si facciano continue figure di merda a livello internazionale. Bersani è indubbiamente un buon tecnico, non uno che sa parlare alle folle come magari poteva esserlo Franceschini. Ma è una persona seria. E ripartire dalle persone serie, come Bersani e come fu lo stesso Prodi è già tanto in questa repubblica delle banane. Anche Fini è una persona seria; glielo dobbiamo riconoscere e faccio ammenda quando dieci-quindici anni fa i francesi lo chiamavano “gollista” e gli attribuivano doti di grandi statista che ora anche io gli devo riconoscere. Credo che la politica, oggi, non debba e non possa più appassionare. Semplicemente deve trovare qualche soluzione ai problemi della gente. Con tutti i limiti imposti dalla crisi economica, i vincoli che derivano dall’appartenenza all’Ue e una non felicissima situazione all’interno dei partiti. A questo proposito, ritengo che scegliere i propri dirigenti con un metodo democratico come le primarie (quelle che si faranno in Calabria il prossimo 10 gennaio saranno “vere” e appassionanti) sia di gran lunga preferibile alle scelte di un sovrano al quale i cortigiani devono ubbidire. Oggi, Gasparri, Larussa e Alemanno si affrettano a ribadire che il candidato alla presidenza della Regione Calabria per la destra sarà Scopelliti. Come se fossero loro a decidere. In realtà, se si alza padron Silvio e dice che bisogna candidare Misaggi, dovranno tutti allinearsi. Vi sembra normale e democratico? Ho quasi quarant’anni e sogno un paese normale, con due, tre, quattro schieramenti politici seri e credibili, senza anomalie come quella rappresentata da padron Silvio. Vi sembra troppo?

  11. domenico ha detto:

    gianni vorrei una tua considerazione su una cosa che mi ha deluso molto, il presidente Obama che riceverà il nobel per la pace non ha firmato il trattato che mette al bando le mine antiuomo. che infamia Mr. Obama! di quelle mine muoiono o vengono mutilate ogni anno centinaia di donne uomini e bambini.

    addio mr. obama

    d.

  12. domenico ha detto:

    so che non centra nulla conquesto post ma volevo scriverlo da qualche parte….

    d.

  13. gianlucalbanese ha detto:

    Sono pur sempre yankees, Mì. Se riesce a fare una riforma sanitaria autentica ha già fatto più di quello che i suoi predecessori non hanno saputo fare negli ultimi 233 anni! Non chiediamogli troppo! In fondo è “solo” il presidente degli Usa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: