Forza Cile

La destra torna al governo in Cile. Dopo vent’anni. Il nuovo leader è un miliardario che possiede, tra l’altro, una TV e una squadra di calcio in serie A. Mi ricorda qualcuno. Anzi, è da un pò che mi chiedo se è il Cile che si sta “italianizzando” o l’Italia, da ormai un quindicennio, si è “cilenizzata”. Ormai il pensiero unico italico è mortificante: si intitolano le piazze ad Almirante (vedi Alessandria, che ha patito centinaia di vittime durante il fascismo), si tolgono i nomi di strade e piazze al XXV Aprile e a vittime di mafia come Peppino Impastato, e si commemorano personaggi condannati dai tribunali della Repubblica come Bettino Craxi. Come se fossero eroi. Ovviamente non sto qui a discutere l’affetto personale, il sentimento privato di chi è andato ad Hammamet a ricordare una persona cara; stigmatizzo, piuttosto, il fatto che per molti, ministri in testa, il decimo anniversario della morte di Craxi sia stato l’occasione per fare qualche comizio, ripetere concetti triti e ritriti contro la magistratura e la sinistra, tanto che lo stesso figlio Vittorio (detto Bobo) si sarebbe lamentato della presenza troppo ingombrante di telecamere, microfoni e taccuini davanti alla tomba del padre. Tutti là in posa, quasi come certi tifosi del Napoli di Maradona che si mettevano dietro a Luigi Necco durante i collegamenti di Novantesimo minuto; tutti a sporgersi per farsi vedere che erano lì, ad affrettarsi nel dire che Berlusconi potrebbe fare la fine di Craxi. Mah. Sono perplesso. Sarà perchè ricordo molto bene la stagione di “Mani Pulite” vissuta giornalmente dalle cronache della Tv di Stato e anche dalla stessa Mediaset. Ma adesso non conviene ricordare quei tempi. Adesso si ripropone il solito progetto piduista di repubblica presidenziale, magari annacquato dai disegni pseudoliberali di Edgardo Sogno, vero e proprio brodo di coltura dell’attuale classe dirigente al governo. E se fosse colpa anche del Pd che non sceglie con chiarezza i propri riferimenti storico-culturali? Si possono davvero barattare i valori costituzionali?

Annunci

One Response to Forza Cile

  1. Virginia ha detto:

    Gianluca, io e te sappiamo benissimo perché si DEVE commemorare Craxi: per dare una verginità anche a Berlusconi. Eggià, perché riabilitare e celebrare Craxi significa celebrare anche Berlusconi ( che diciamolo, ha saputo superare il maestro..) e attaccare la magistratura.
    Circa le respondabilità del PD… ma amico mio, cosa vuoi imputare ad un partito che ha nei suoi vertici gente che ha detto quanto segue:

    “Craxi è stato un politico della sinistra, nel solco della storia del socialismo riformista. Ha rivitalizzato il Psi, ha intuito prima di altri quanto l’Italia avesse bisogno di una modernizzazione economica ed istituzionale” Fassino

    “Interpre­tò meglio di ogni altro uomo politico come la società italia­na stava cambiando. La sua politica estera fu grande.” Veltroni

    “Su Craxi è giunta l’ora di un giudizio non acritico ma sereno. Luci e ombre nella sua vicenda, ma lasciò un’impronta incancellabile” Napolitano

    “Una figura che comunque e’ stata di grande rilievo nello scenario politico italiano” Bersani

    “Bisognerebbe discutere di Craxi, che e’ stato una figura importante della storia italiana, con maggiore distacco. Ormai fa parte della storia del Paese e credo che questo ci aiuterebbe a vederne le qualita’ oltre ai difetti” D’Alema

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: