Messaggio urbi et orbi

«Ai giornalisti raccomando, specialmente in questo momento di campagna elettorale, una maggiore attenzione ai messaggi di coloro che, pur di apparire in un articolo, sono pronti a negare e rinnegare anni di assoluta inefficienza politica sul territorio locrideo». Non è il presidente della Repubblica che l’ha scritto; e non è nemmeno un messaggio rivolto da una finestra di piazza San Pietro con tanto di eco. E nemmeno da piazza Venezia. Si tratta dello stralcio finale di una nota diffusa da un candidato alle elezioni regionali. Siamo in campagna elettorale e non ne posso fare il nome. Non voglio sputtanarlo. A questo potrebbero pensarci gli elettori. Il punto è che il soggetto in questione, che raccomanda attenzione ai giornalisti, qualche mese fa è stato colto con le mani nella marmellata dal sottoscritto – unico nel panorama editoriale locale – quando ha cercato di spacciare come proprio successo il positivo esito di una vicenda nella quale non ha avuto alcun merito. E mi fermo davvero qui. Anche perché di fronte a certe “raccomandazioni” di attenzione e cautela, che nella fattispecie possono essere interpretate come richieste di censura preventiva a suo favore, non mi rimane che stendere un velo pietoso, rimandando al mittente la raccomandazione e ricordandogli che censure preventive e “favori” quando scrivo io non ne faccio ad alcuno. Nemmeno ai miei amici personali. E non insista, perché i fatti sono ostinati, e se dovesse perseverare con questo atteggiamento, potrei renderli noti su questo blog in maniera chiara. Anche nel corso della campagna elettorale. Chiaro?

Annunci

2 Responses to Messaggio urbi et orbi

  1. anna ha detto:

    Caro Gian…nn so ki sia il “mandante” di queste raccomandazioni e ,sinceramente non mi frega piu’ di tanto…ma a leggerlo,la prima sensazione e’ stata quella di una “minaccia mafiosa”,un ,come si dice? “avvertimento”…! E cmunque,governo docet!
    Sono con te!

  2. gianlucalbanese ha detto:

    No Anna, non si tratta di una minaccia mafiosa, ma di una pura e semplice (oltre che inopportuna) cantonata. Mi sono imposto di non fare il nome del soggetto fin quando siamo in campagna elettorale. Sei poi il Nostro Uomo torna sull’argomento, sono pronto ad alzare l’asticella, e vedremo chi, fra i due, sarà in grado di saltarla senza farla cadere! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: