Ma non aveva “agganci”?

“Vedrete che quando Peppe sarà governatore, saprà farsi valere anche a Roma, per via delle ottime relazioni amicali che ha nei palazzi del potere, che saprà sfruttare per il bene della Calabria”. La dichiarazione è stata resa lo scorso mese di marzo alla chiusura della campagna elettorale di un candidato dei berluscones davanti a fiumi di champagne e una buona dose di “pilo”. Le parole sono di un senatore del Pdl, che ha fatto sfoggio di realpolitik e saggezza tamarra; quella, per intenderci, del “vai cu’ chilli megghiu i tia e pàssasi i spisi”. Purtroppo, il soggetto in questione non è stato facile profeta, perchè la prima trasferta romana del governatore ggggggggggggggggggggggggggiovane è stata un flop colossale. Gli è andata “buca”, insomma, anche se non ha chiesto niente di eccezionale: “soltanto” la destinazione dei fondi Fas, quelli che l’UE destina per la crescita delle aree sottosviluppate, finanziando i progetti di sviluppo, per tappare il buco nei conti della sanità calabrese, che è colpa di tutti i governi regionali che si sono succeduti dal 1970 ad oggi. E’ evidente, infatti, che l’utilizzo per il quale i fondi Fas sono stati istituiti non è quello di tappare i buchi nei conti, ma non è la prima volta che il governo centrale di centrodestra li utilizza per metterci delle pezze di qua e di là, a scapito della progettualità e dello sviluppo del Mezzogiorno. In fondo, Peppe ha chiesto soltanto di farlo anche questa volta. Ma non è stato accontentato; anzi, ha subito pure la beffa di sentirsi dire dal ministro Fazio che “i fondi Fas non sono un bancomat”, che sinceramente sta più bene nella bocca di uno dell’opposizione che non del governo. Il risultato? Anche se Scopelliti cerca di smontare le proporzioni del deficit sanitario ora che la campagna elettorale è finita da un pezzo e adesso tocca a lui trovare le soluzioni, ora dovremmo aspettarci un aumento dell’addizionale regionale dell’Irpef e perfino dell’Irap, quella che i sodali di Peppe, e in particolare il suo lider maximo definirono, non molto tempo fa “imposta rapina”. Insomma, “cornuto e mazziato”. E con lui, tutti noi che abitiamo in questa regione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: