Bentornata opposizione

Il dietrofront sulla nomina del ministro Brancher, abbastanza repentino, è la dimostrazione che quando si fa l’opposizione in parlamento e si esercita una certa pressione a tutti i livelli (stampa libera, Capo dello Stato, politici ancora liberi ecc.) i nodi vengono al pettine e anche “ghe pensi mi” è costretto a tornare sui suoi passi. Ora, secondo il giornale di famiglia, la prossima epurazione toccherà a Fini. Se così fosse, sarebbe l’ennesima dimostrazione dell’assoluta mancanza di democrazia all’interno del Pdl; uno pseudopartito – è il caso di ricordarlo – in cui i dirigenti regionali e provinciali non vengono eletti, ma semplicemente cooptati dai maggiorenti. E’ così per statuto. Così come la carta fondamentale del partito del predellino non impone la formazione dei coordinamenti cittadini, se non entro un paio d’anni. E quindi? Chi rappresenta il Pdl nelle realtà comunali? I potentucci di turno, organizzati nei rispettivi comitati elettorali che divengono permanenti. La legittimazione dei club di forzitaliota memoria. Ma torniamo al Pdl nazionale. Se costringono Fini e i suoi ad andarsene, dimostrano ancora una volta lo spirito che anima i berluscones: fin quando fai la claque vai bene; quando hai un sussulto di dignità politica e vuoi dire la tua, diventi scomodo, quasi eretico. E Fini e tutti quelli di Generazione Italia (Angela Napoli in primis) tengono parecchio alla loro dignità politica. Segno che, evidentemente, col Pdl non c’entrano nulla.

Annunci

3 Responses to Bentornata opposizione

  1. Virginia ha detto:

    Premesso che non mi riesce proprio di essere una fan di Fini e del suo gruppo di post-fascisti, ma se davvero questi signori tengono alla propria dignità, che fanno ancora nel PDL?

  2. gianlucalbanese ha detto:

    Secondo me è questione di giorni. Del resto, stanno prendendo atto che non saranno mai in grado di compiere l’impresa titanica di trasformare il Pdl in un partito normale.
    P.S.: io non sono un fan di Fini. Ma lo stimo molto, così come stimo quelli di Generazione Italia. E la difesa della libertà di stampa che stanno conducendo in questi giorni è già un buon motivo per stimarli.

    • Pietro ha detto:

      Beh, l’occasione per uscirsene a testa alta ce l’hanno…vogliono mettere la fiducia sulla manovra economica…sembra sia in atto un tentativo di acquisto di alcuni finiani, da parte della maggioranza, che bisognerà respingere, altrimenti addio dignità. Uscire, se il problema è la politica in generale. Se invece è una corsa alla presidenza del PDL, il tutto si ridimensionerebbe e la figura sarebbe dei soliti noti che inducono al qualunquismo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: