C’eravamo tanto amati

La luna di miele tra i calabresi e “il presidente gggggggggggggggggggggiovane con l’I-pad” sembra già terminata. I meno servili del suo schieramento l’hanno capito, incitando il “superpresidente” ad affrontare i problemi reali delle aree in maggiore difficoltà e a mantenere un atteggiamento meno altezzoso e più umile. Ma non solo. Se ne sono accorti alcuni sedicenti uomini di sinistra, che per fare un dispetto alla propria “consorte” prima delle elezioni regionali decisero di tagliarsi gli attributi, contribuendo a consegnare la Calabria a questa destra che loda le conquiste della giunta Loiero (in primis la Stazione unica appaltante) spacciandole come proprie; che non guarda in faccia nessuno. Nemmeno i gregari che hanno portato un po’ d’acqua al suo mulino. E che ora sono rimasti senza neanche un pizzico di farina. I gregari che ora non hanno neanche il coraggio di lamentarsi pubblicamente: mandano avanti le donne. Si consolino pure con le foto della campagna elettorale insieme al loro idolo che sorrideva e non guardava. E che ha detto “è tutto quel che hai di me”…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: