Roma Tarantella Festival

Se passeggiando per le vie del centro di Roma vi capita di ascoltare un ritmo di terzina, non stupitevi. Già, perchè la tarantella è da tempo approdata nella Capitale, originando un movimento artistico grazie al quale Roma e la Locride saranno più vicine, legate da quel filorosso che solo l’arte sa esprimere. Rosso, come i capelli e la barba di Valerio Filippi, musicista romano, ideatore e direttore generale del Roma tarantella festival, la grande kermesse musicale che il 7 e 8 settembre prossimi offrirà al pubblico capitolino il meglio dei musicisti di tarantella, un genere musicale che anche all’ombra del Campidoglio è divenuto popolare. E così, preso dai preparativi del festival, Filippi rivela ai nostri taccuini di aver scoperto la tarantella grazie alla moglie Simona, ma anche ai grandi del genere, come Eugenio Bennato, Mimmo Cavallaro, Francesco Loccisano e Fabio Macagnino, solo per citarne alcuni. E quindi, il Roma tarantella festival, che avrà luogo nella splendida cornice di villa Carpegna (grazie anche al sostegno dell’assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma, al XVIII Municipio e al patrocinio del Ministero della Gioventù) non nasce per caso. Diciamo, piuttosto, che è il coronamento di un lungo lavoro che ha portato numerosi artisti calabresi, sotto la guida di Valerio nelle vesti di manager, a esibirsi al teatro “Allo Scalo” e alla “Locanda di Atlantide” nel quartiere di San Lorenzo. Tra i musicisti che si esibiranno sotto la direzione artistica di Mimmo Epifani ci sono la Roma tarantella orchestra diretta da Valerio Filippi, Progetto Migala, la compagnia Sciarabballo, Malicanti, lo stesso Mimmo Epifani e, naturalmente, Mimmo Cavallaro e i Taranproject. La manifestazione è dedicata a due cauloniesi illustri, che incarnano i valori di giustizia sociale, solidarietà e pace tipici della cittadina jonica: il fondatore della Repubblica di Caulonia Pasquale Cavallaro e Angelo Frammartino, morto in una missione di pace in medioriente. Ma Filippi vuole andare oltre, e pensa a un gemellaggio giuridico tra il primo Municipio di Roma e il Comune di Caulonia, che diverrà realtà tra qualche settimana, permettendo ai ragazzi delle scuole del centro di Roma, di visitare Caulonia e la Locride ed assistere ai riti tradizionali, per scoprire il volto migliore di questo estremo lembo d’Italia.

GIANLUCA ALBANESE
g.albanese@calabriaora.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: