Roma, Caulonia e la tarantella

Roma chiama e la Locride risponde. La Locride della musica e della letteratura, infatti, sarà la protagonista della prima edizione del Roma Tarantella Festival, in programma nella Capitale il 7 e 8 settembre prossimi. La manifestazione chiude la rassegna “Odio l’estate”, promossa da Comune di Roma (assessorato alle Politiche culturali e della comunicazione), Governo Italiano (ministero della Gioventù) e Regione Lazio, nell’ambito dell’Estate romana, con la collaborazione del Comune di Caulonia. La sede è quella di villa Carpegna, sull’Aurelia.
L’idea del primo festival di tarantella nella Capitale è di Valerio Filippi, musicista romano sposato con una cauloniese, grande appassionato di tarantella e leader dell’orchestra “Canto d’inizio”.
E così, nei due giorni del fesival, suoneranno i principali gruppi di tarantella della Calabria e del Sud Italia, sotto la guida del direttore artistico Mimmo Epifani e del direttore generale Valerio Filippi, vero e proprio trait d’union che si propone di creare un gemellaggio artistico tra Roma e Caulonia, esportando la Locride migliore nella Capitale.
La kermesse, inoltre, sarà l’occasione per presentare i libri di autori locridei. S’inizia il 7 settembre alle 19, con la presentazione del volume “Operazione Armi ai partigiani” di Alessandro Cavallaro (edito da Rubbettino) incentrato sulla storia di Pasquale Cavallaro, padre dell’autore e leader della Repubblica rossa di Caulonia. Seguirà l’aperitivo a cura del Gambero Rosso e una lunga serata di concerti.
Sul palco di villa Carpegna, infatti, suoneranno il progetto Migala, i Malicanti e la Roma tarantella orchestral, vera e propria evoluzione della band “Canto d’inizio”.
Il gran finale del Roma tarantella festival, che chiuderà anche la rassegna “Odio l’estate” è previsto per l’otto settembre, quando alle ore 19 verrà presentato il volume “Taranta revolution” di Gianluca Albanese (edito da Laruffa), una storia di fantasia con personaggi reali tesa a far conoscere il lato migliore della Locride, con la colonna sonora delle canzoni di Mimmo Cavallaro e i Taranproject. Un evento, quest’ultimo, che s’inquadra perfettamente nello spirito che anima il Roma tarantella festival. Quindi, dopo la pausa per l’aperitivo, ci si scatenerà con la taranta suonata da Mimmo Cavallaro e i Taranproject e da Mimmo Epifani & the barbers.
Insomma, si tratta di un evento molto atteso, che seguirà di pochi giorni la tradizionale kermesse del Kaulonia tarantella festival, inziando quel percorso di gemellaggio tra le due città che culminerà, nelle intenzioni di Valerio Filippi, in un gemellaggio culturale col Primo municipio di Roma, e consta di alcune visite guidate per i ragazzi di Roma da noi.

ANTONELLA SCABELLONE
locride@calabriaora.it

Annunci

5 Responses to Roma, Caulonia e la tarantella

  1. Virginia ha detto:

    Bellissimo contesto per presentare un libro, Gianluca! Complimenti!
    Per inciso, oggi ho ordinato il tuo libro alla libreria Guida.

  2. Virginia ha detto:

    Ho letto or ora il primo capitolo sulla pagina facebook della Laruffa, e ora sono curiosissima di vedere come andrà questa rivoluzione a suon di tammorre!!! 😀

  3. Angelo ha detto:

    Rimango colpito positivamente x il gemellaggio di Caulonia con la capitale (Roma).
    La cosa mi rende contento poichè finalmente riusciamo ad esportare anche noi degli artisti.

    Inoltre la presentazione del libro di Gianluca prevista a Roma x il 7 Settembre è un altro evento importante.
    Sicuramente saprà rappresentare la Calabria positiva.

  4. gianlucalbanese ha detto:

    Grazie Virginia per il sincero entusiasmo che come sempre ti contraddistingue! Tu appartieni alla categoria di lettori che apprezzeranno subito e al 100% il libro e lo spirito che lo anima. Anche Angelo, ovviamente, che sarà invitato a tutte le presentazioni che faremo in zona ad agosto. Ieri mi sono arrivate le prime telefonate di amici lettori che non hanno atteso la presentazione e hanno acquistato il volume in libreria. Sono, bontà loro, entusiasti. C’è perfino chi lo vorrebbe rappresentare a teatro. Ma la cosa che mi ha riempito di gioia è stato sentire questi lettori citare le vicende narrate come se fossero fatti appena accaduti. Segno, questo, che sono davvero entrati nella storia. E così ho avuto la percezione dell’uscita di quella trama che conosco a memoria dal mio portatile, dalla mia stanza tanto da approdare alle stanze e ai cuori dei lettori. Una soddisfazione impagabile, davvero.

  5. Virginia ha detto:

    Houston, abbiamo un problema… La Laruffa qui non ha distribuzione e dunque, per avere il tuo libro, il libraio mi ha detto che devo ordinarlo in proprio. Siccome questa prima metà del mese farò qualche altro scampolo di vacanza, il tutto a questo punto è rinviato a fine agosto… 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: