Bomba o non bomba…

E così domani si parte per la Capitale. Inizia il Roma Tarantella festival, organizzato dall’amico Valerio Filippi, grande appassionato di musica calabrese e cauloniese d’adozione. Domani avrò l’orgoglio di prendere parte alla presentazione del libro “Operazione armi ai partigiani” di Alessandro Cavallaro, il figlio di Pasquale (leader della Repubblica Rossa di Caulonia); poi, la gioia di assistere al concerto del grande Francesco Loccisano, da Marina di Gioiosa Ionica, un tiro di schioppo da casa mia, che suonerà i brani del suo recentissimo e sublime album “Battente italiana”. Quindi, sarà la volta dei migliori gruppi di musica popolare del centrosud. Mercoledì 8, giornata che potrebbe riservare bellissime sorprese e grandi rimpatriate nella tarda mattinata 😉 alle 19 presenterò il mio libro Taranta revolution. Dopo la pausa per l’aperitivo, proverò la grande emozione di assistere al concerto dei miei amici Taranproject, orgoglio musicale della Locride, quindi chiuderà la rassegna il direttore artistico Mimmo Epifani.
L’unica preoccupazione riguarda le previsioni meteo, tutt’altro che rassicuranti per la giornata di mercoledì. Un temporale, infatti, avrebbe un effetto devastante, quasi come quello di una bomba. Ma, mi sia permessa la citazione…«Bomba o bon bomba…ARRIVEREMO A ROMA». Alè! 🙂

Annunci

3 Responses to Bomba o non bomba…

  1. domenico ha detto:

    veng’anch’ioooooooooooooooooo …..
    no viju l’ura ‘mpari Già ……..

    d.

  2. Virginia ha detto:

    Io direi ‘Pioggia o non pioggia, rimpatrieremo a Roma’! 😀

  3. Virginia ha detto:

    Eccomi qua reduce dal viaggio di rientro; rteduce è la parola esatta, visto che si è rotto il pullman e siamo rimasti su una piazzola muort’e paura ‘mmiez’a na strada ‘nfosa per più di un’ora in attesa che arrivasse il pullman sostitutivo. Dev’essere che il mio pullman si è immedesimato nella ‘Cioparella’ ed ha fatto la revolution!
    Scherzi a parte, grazie della mattinata, del pranzo insieme e del libro…e abbiate pazienza, tu e Domenico, per la prossima volta organizzerò meglio: almeno 4 gheddafine al posto dell’antenata irpina! 🙂
    Ho già cominciato a leggere il libro, ma lo commenterò sul mio blog, ovviamente solo a fine lettura, per cui stay tuned.
    Comunque la speranza della revolution è sempre più alta! Pensa, Gianluca, non siamo più solo io e te i due soli estremisti di sinistra esistenti in Italia: il mio dirimpettaio di pullman lo era quasi più di noi! Un miracolo! Uno con cui, in 4 ore e mezza continue di chiacchiere, abbiamo fatto la rivoluzione non so quante volte! Revolution rulez! 😀
    E con questa consapevolezza che mi sorregge la speranza, chiudo, non prima di averti edotto sull’argomento in sospeso che ci ha attanagliati a pranzo: lo stoccafisso. Come dice Wikipedia, lo stoccafisso (o stocco in alcune zone dell’Italia meridionale) è merluzzo artico norvegese (Gadus morhua) conservato per essiccazione. La precisa origine del nome è controversa: secondo alcuni deriverebbe dal norvegese stokkfisk oppure dall’olandese antico stocvisch, ovvero “pesce a bastone”, secondo altri dall’inglese stockfish, ovvero “pesce da stoccaggio” (scorta, approvvigionamento); altri ancora sostengono che pure il termine inglese sia mutuato dall’olandese antico, con lo stesso significato di “pesce bastone”.
    Simile al baccalà nell’aspetto, lo stoccafisso ha un sapore completamente diverso e si differenzia dal primo, che viene invece conservato mediante salatura. Nell’Italia settentrionale (in particolare nell’area della dominazione veneziana dove fu inizialmente introdotto) lo stoccafisso assume tuttavia il nome di bacalà, tanto che il rinomato baccalà alla vicentina è in effetti preparato con lo stoccafisso; nell’Italia meridionale viene invece chiamato stocco o pesce stocco (piscistoccu).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: