Una splendida serata

«Ti hanno definito “il grillo parlante” dell’informazione locale, ma stai attento: alla fine il grillo parlante è finito schiacciato contro al muro. Ma fai bene. Io, prima di fare il magistrato facevo il giornalista e il giornalista è più libero del giudice, se vuole». Parole sante quelle rivoltemi pubblicamente dal magistrato Romano De Grazia in occasione del convegno sulla legge Lazzati tenutosi venerdì sera all’Ymca. Lo ha organizzato Maria Grazia Messineo, amica e candidata al consiglio comunale. A 21 anni ha dato una lezione all’intera classe politica locale, che di legge Lazzati (quella, per intenderci, che sancisce il divieto di campagna elettorale ai sorvegliati speciali) non ne parla; così come non parla, salvo rare eccezioni, di costituzione di parte civile dell’ente nei processi di ‘ndrangheta. E quindi il convegno di venerdì, organizzato con la supervisione dell’amico Paolo Fragomeni e la partecipazione dello stesso De Grazia (padre e ispiratore della legge Lazzati), dell’ex assessore regionale al Bilancio Demetrio Naccari Carlizzi e del candidato sindaco del centrosinistra Mimmo Panetta, è stato un’oasi nel deserto della politica cittadina. Non avrei mai potuto rifiutarmi di partecipare. Nonostante la mia ritrosia ad abbinare il mio volto e il mio nome a simboli di partito, vista la mia proverbiale indipendenza. E’ stato un onore partecipare dal tavolo dei relatori. Un onore essere stato scelto per rappresentare il mondo dell’informazione locale e, senza falsa modestia, ne avevo titolo. Perché a fine 2007 io e la testata per la quale mi onoro di lavorare, siamo stati gli unici a stigmatizzare la mancata costituzione di parte civile del Comune di Siderno nel processo Congiusta; una settimana di campagna stampa per rendere un po’ più cosciente l’opinione pubblica. Gli altri ci arrivarono dopo tre anni, limitandosi a fare “copia e incolla” dalle ordinanze. Gli stessi “altri” che venerdì sera non sono stati presenti al convegno e non hanno fatto nemmeno il suo lancio sul giornale, nonostante le e-mail e le telefonate di richiesta pervenute dagli organizzatori. Probabilmente hanno boicottato il convegno perché c’ero io al tavolo dei relatori. Male. Avrebbero potuto tranquillamente ignorarmi e fare il proprio dovere d’informazione non nei miei confronti o nei confronti degli organizzatori, ma dei loro lettori. Che non sanno che a Siderno si è discusso di legge Lazzati in campagna elettorale. Ma li capisco, loro che di costituzione di parte civile del Comune nei processi di ‘ndrangheta non parlano mai, loro che non analizzano i programmi dei candidati sindaci badando più a fare gli album delle figurine non potevano perdere tempo a seguire un convegno del genere. I calabresi sanno leggere? Lo spero

Annunci

3 Responses to Una splendida serata

  1. maxreale ha detto:

    mai visto in vita mia una persona cosi’ sincera con gli altri e con se stessa. Non riuscirei ad immaginarmi un Gianluca Albanese freddo calcolatore…. ce ne fossero di giornalisti cosi’, che danno ancora valore alla verita’!!
    Complimenti anche a Maria Grazia Messineo, non ho potuto partecipare ma da quello che ho sentito e’ stata una serata molto educativa per tutti….

  2. Pablo ha detto:

    Al di la di ogni altra considerazione credo che il convegno di Venerdì, sia stata la più qualificata iniziativa politica svoltasi nella locride negli ultimi tempi. Un plauso alla giovane Messineo che ha dimostrato coraggio, capacità organizzativa e politica. Mi piace dire a lei e ai tanti giovani come lei: occupate la politica, impossessatevene, prendetevela, non aspettate che qualcuno vi dica: prego accomodatevi, la politica è vostra com’è vostro il futuro, portate in essa una ventata d’aria fresca. La legge Lazzati non è una legge qualunque. E’ una legge che ha colmato un vuoto legislativo macroscopico nell’ordinamento giuridico. Avere al tavolo l’ispiratore di questa legge è stato un onore per tutti. Il giudice De Grazia è l’emblema di quella Calabria pulita che non vuole rassegnarsi e che sa esprimere, con slancio, la propria voglia di riscatto. E’ deprecabile che alcune testate ed emittenti televisive, pur invitate, non ci fossero. Peggio per loro…sono state assenze rumorose, assordanti come tuoni, acide come ammoniaca!

    • Pablo ha detto:

      P.S. Caro Gianly, nel definirti “grillo parlante” della politica locale non intendevo augurarti, è ovvio, di finire schiacciato come il grillo della favola. Dal mio punto di vista è inteso come il migliore complimento perchè, tutti debbono darti atto, che sei parte di quella coscienza critica che può solo far bene nella stagnazione generalizzata ed espansa. Un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: