La prima proposta di rimpasto di giunta

Come accaduto già in passato, anche un gioco, che non pretende nemmeno di diventare provocazione, come quello della giunta virtuale di un’ipotetica città della Locride viene preso sul serio dal solito cuor di leone che si nasconde dietro un nickname che rivela tutta la sua modestia (Veritas), spara a zero una serie di cattiverie non pubblicabili e gratuite su Rocca, Giurleo, Scordino, Carone, Crinò e Macrì e, dopo averlo fatto, conclude scrivendo che «Il resto va bene, ma questi vanno cambiati assolutamente, mi meraviglia che una mente sana li abbia soltanto potuti prendere in considerazione. Può cascarci solamente chi non conosce il territorio. E comunque, Albanese, l’elaborazione di progetti politici non fa per te, lascia perdere…;)». Intanto, ringrazio il signor (o la signora) Veritas per avermi implicitamente annoverato tra le menti sane. In quanto tale, so che non sono in grado di elaborare progetti politici, ma di giocare con la fantasia, quello sì. E i buoni rapporti che ho e la correttezza sempre usata con le persone citate e immortalate nelle foto mi permettono di divertirmi anche così. Certo, il signor Veritas ha potuto scrivere quelle cose perché ha visto i nomi e le foto delle persone che comporrebbero quest’esecutivo virtuale. Loro no, perché Veritas non ha un nome. E nemmeno una faccia. E soprattutto, tacciandomi di non conoscere il territorio, dimentica una cosa fondamentale: tutti ricoprono (o hanno ricoperto) cariche elettive, tranne la Rupo che è stata nominata assessore da chi è stato, a sua volta, eletto dai cittadini, e Giurleo che è candidato alle prossime elezioni amministrative. Insomma, si sono messi in gioco e hanno messo impegno, nome e faccia. Veritas no. Si limita a lanciare la pietra e nascondere la mano, come usa dire chi questo territorio lo conosce bene, e sa che per poter crescere non ha bisogno di chi si nasconde dietro l’usbergo di un nickname, dicendo la solita banalità, ovvero che la costituzione di parte civile degli enti nei processi di ‘ndrangheta è solo una delle «solite trovate ad effetto». Trent’anni fa c’era ancora chi diceva che la mafia non esiste. Quella sottocultura ha generato tipi come Veritas che evidentemente non possono proporre rimpasti nella giunta virtuale, selezioni di buoni e cattivi e nemmeno attribuire doti di sanità mentale o capacità politica. Per il semplice fatto che senza nome e senza faccia sono da considerarsi virtuali almeno quanto la giunta di cui sopra.

Annunci

3 Responses to La prima proposta di rimpasto di giunta

  1. antonio ha detto:

    quando inspiegabilmente non ho visto il mio nome tra i componenti della “tua giunta” per un attimo mi è venuto il desiderio di dare ragione a veritas mettendoci il carico da 11. poi ho capito che la giunta della locride è una cosa semiseria e me ne sono fatto una ragione…ahahhahahahah… non hai cu fai no???

  2. gianlucalbanese ha detto:

    Ma Antonio, mi sembra di capire che, implicitamente, ti consideri “‘u kking” dell’Ambiente, vero? In effetti, ti ho sempre riconosciuto un grande impegno nel ramo e una grande capacità di ascolto, e anche la disponibilità ad accollarti oneri che non erano propri del tuo assessorato di allora. Diciamo che ti considero “rivedibile”, nel senso che vorrei vederti all’opera in una giunta migliore di quella che fu, per poterti inserire, una volta acquisiti i meriti definitivi, nella giunta della città della Locride. Come ben sai, ho smesso da tempo di pensare che tutti i buoni stiano da una parte e tutti i cattivi dall’altra. Ma il mio approccio più laico alla politica non m’impedisce di pensare che l’allora giunta commise alcuni errori amministrativi di una certa rilevanza. Che dire? Arrivederci in una….Siderno futura! 😉

  3. antonio ha detto:

    la possibilità di commettere errori aumenta con il carico di lavoro e di responsabilità… definirei alcuni degli errori che tu costantemente hai imputato alla vecchia amministrazione più che come autentiche prostrazioni alla malavita organizzata come clamorosi abbagli, atti di clamorosa ingenuità politica. conosci il mio pensiero a riguardo e ciò nonostante ho rispettato la decisione democraticamente assunta della maggioranza, pur non condividendola. per quanto riguarda l’ambiente, senza falsa modestia, mi reputo non il kking, come hai detto tu, ma uno che sa di cosa parla in merito a tali tematiche e, visto quello che si sente in giro, specie in occasione di questa campagna elettorale, la reputo non poca cosa… spero che la mia pausa di riflessione possa incrementare le mie possibilità di annessione all’organo di governo della locride…ihihih

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: