Grazie mille

Probabilmente qualcuno si aspetta un mio commento dopo le ultime elezioni comunali da queste parti. Io invece penso che il responso della volontà popolare espresso attraverso le urne non vada commentato,ma rispettato. E quindi, anche se nel mio paese avrei preferito un altro risultato (le preferenze fanno parte della natura umana) buon lavoro a chi ora è chiamato ad amministrare Siderno. Io e il resto della stampa libera continueremo a fare quello che abbiamo sempre fatto: evidenziare i meriti e stigmatizzare le colpe e le scelte inopportune, consci che gli unici nostri padroni sono i lettori.
D’altro canto, mi congratulo col “diversamente giovane” (la definizione non è mia, ma del grande Pino Mammoliti) Pepè per la vittoria schiacciante ottenuta nella sua Locri, città che più passa il tempo e più ammiro al punto tale che mi piacerebbe abitarci. Mi trovo meglio a Locri ed è inutile negarlo. E sarebbe stato così anche se avessero vinto Giovanni, Raffaele o Francesco. Si respira un’aria diversa. Ma tant’è.
C’è una cosa, però, che ricorderò per sempre di questa lunga e faticosissima notte di lavoro appena trascorsa, e non è l’inevitabile spossatezza che mi porto dietro oggi, ma il grande lavoro di squadra fatto ieri insieme a un gruppo di impareggiabili colleghi, grazie ai quali abbiamo confezionato un prodotto editoriale unico per completezza d’informazione, attendibilità e copertura territoriale. E quindi grazie di cuore a Ilario “‘u kking”che ha occupato la stessa sedia per una decina d’ore di fila, a Simona “‘ a diavola”, che pur non essendo al top fisicamente ha dato il solito grande e prezioso contributo, a Tonina la fatina dei seggi, al sindac che ha combattuto strenuamente contro la stanchezza, ad Antonio, il re dello Stilaro, alla giovane Rita, alla macchinetta Gigi, alla riccioluta Cinzia, a Federica, Annalisa, Daniela, Domenica, Domenico e a tutti quelli che hanno offerto un po’ del loro impegno per confezionare questo prodotto che oggi è decisamente meglio degli altri. Senza falsa modestia. Sono orgoglioso di voi.🙂

6 risposte a Grazie mille

  1. maxreale scrive:

    giusto. Ora l’importante e’ che i vincitori facciano qualcosa per questo paese in ginocchio. Sarebbe bello fra qualche anno, che anche chi come me ha votato Panetta, possa dire “Eppure, questo sindaco sta facendo molto bene”.

  2. annalisacost scrive:

    Gianluca se mi permetti, approfitto di questo tuo intervento per dire un pensiero che, mi porto dietro da stanotte all’1 quando siamo andati un pò tutti a ninna.
    Sicuramente tutti hanno lavorato alla grande ma, senza offesa per nessuno, miei complimenti sinceri, se mi permetti, vanno ad Ilario Balì e Simona Musco. Giovani ma Professionisti che stanotte ho avuto modo di apprezzare e stimare ancor di più.
    Ad Ilario, poverello, probabilmente il tempo passava moltoooooooo ma moltoooooo lentamente ieri sera tardi ^_^. Telefonava e contattava su skype ogni 10 min con la frase: “novità?” in attesa dei benedetti risultati di Sant’Agata del Bianco.

  3. RiVi scrive:

    io ieri sono andato a votare…io non importa se ho ”vinto” o ”perso”, io ho deciso però di non andare più, io con handicap ho fatto le scale…io ho dovuto litigare per una gabina elettorale che non mi dava la ”possibilità” di votare…e per farlo dovevo fare tante domande…troppe per poi avere anche un lavoro da compiere…non so chi ha vinto…certamente il ”sistema” ha perso…e qui si perde sempre…RiVi

  4. gianlucalbanese scrive:

    Ti capisco perfettamente RiVi e hai tutta la mia solidarietà. Una politica e delle istituzioni che non sono capaci di agevolare la partecipazione dei diversamente abili non sono degne di essere sostenute dal punto di vista elettorale. Il sistema ha perso, purtroppo.

  5. simona scrive:

    Grazie a te Gia
    e grazie anche a te, Annalisa!

  6. antonella scrive:

    a me non è pesato affatto. mi sono molto divertita a girare per i seggi e vedere una città finalmente presa emotivamente da qualcosa…le elezioni sono una bella esperienza, tutti diventiamo improvvisamente importanti e determinanti..tutti, vincitori e vinti, sentiamo finalmente di appartenere a qualcosa

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: