Meglio tardi che mai

Quando la concorrenza riprende tematiche che io tratto da mesi, pone gli stessi interrogativi di coscienza civile e mutua le stesse espressioni che uso quotidianamente, non copia: mi regala, piuttosto, un grande attestato di stima. Sì, insomma, capisce che quello che ho sempre scritto non è così sbagliato, al punto tale che decide di scriverlo anch’essa. Sono sinceramente contento e lusingato. Significa che non ho lavorato a vuoto. E significa che finalmente il diritto-dovere d’informazione quotidiana quando vuole sa andare ben oltre ai soliti “tuttovabenemadamalamarchesa”. Oggi l’informazione, anche quella locale, è attesa ad una sfida importante: garantire i cittadini, la società civile, le associazioni dagli errori della politica e di chi amministra. O semplicemente, mettere tutti in guardia e fare quello che nei paesi evoluti fa la stampa: il cosiddetto “cane da guardia” a tutela dei cittadini contro il potere; di qualunque colore politico esso sia.
Noi ci siamo da sempre. Gli altri, se decidono di essere dalla nostra parte, sono solo i benvenuti. Alè.

P.S.: se fossero venuti al convegno di fine aprile sulla legge Lazzati avrebbero capito prima l’importanza di certe cose, ma non è il caso di riaprire vecchie polemiche. E poi, come si dice in questi casi…meglio tardi che mai!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: