E io pago…

Le risorse del bilancio comunale sidernese sono limitate, ma dello staff del sindaco e dell’ufficio stampa dell’ente non se ne può proprio fare a meno.
E’ quanto si evince dalle ultime delibere della giunta Ritorto pubblicate sul portale istituzionale http://www.comune.siderno.rc.it – a proposito, ora le delibere di giunta vengono pubblicate sul sito – che costituiscono, in data 25 luglio, sia lo staff del sindaco (con delibera numero 82) che l’ufficio stampa dell’ente (delibera 83).
Negli atti vengono citate tutte le norme del vigente ordinamento giuridico che permettono la costituzione sia dello staff che dell’ufficio stampa; il primo viene realizzato con la funzione «di supporto alla direzione politica», l’altro, ovviamente per promuovere l’attività dell’ente, anche se non figurano i nomi delle persone «idonee e competenti» che ne faranno parte e che saranno scelte tra il personale estraneo al novero dei dipendenti comunali, perchè come viene riportato nella delibera «attualmente nell’organigramma dell’ente non sono immediatamente disponibili risorse umane che possano essere utilizzate senza pregiudicare l’operatività del servizio».
Fin qui i contenuti essenziali delle due delibere, con le quali vengono istituiti lo staff del sindaco e l’ufficio stampa dell’ente, anche se nessuno dei due atti specifica i nomi dei rispettivi componenti. Ma non solo. Non c’è un’indicazione precisa nemmeno di quanto costeranno ai contribuenti sidernesi lo staff del sindaco e l’ufficio stampa del Comune. Si sa solo, infatti, che i soldi sono stati trovati apportando «Al bilancio di previsione alcune variazioni al fine di impinguare alcuni capitoli deficitari con prelevamento da altri capitoli». Insomma, hanno preso i soldi da un’altra parte del bilancio comunale e li hanno destinati per lo staff e l’ufficio stampa, come di evince dalla lettura della delibera di giunta numero 69 del 15 luglio, che sancisce la variazione del bilancio di previsione per il 2011. Ma quanti soldi hanno preso? Non si sa. Già, perchè nella delibera in oggetto pubblicata nell’albo pretorio on line del sito del Comune, manca l’allegato “A” redatto dall’unità operativa Economico Finanziaria che contiene tutte le variazioni al bilancio di previsione e che dovrebbe essere «parte integrante e sostanziale della delibera numero 69» e invece non c’è.
Almeno in formato digitale.
E così, a questo punto si accettano scommesse: costerà più o meno dello staff dell’allora sindaco Sandro Figliomeni, composto dall’attuale primo cittadino Riccardo Ritorto e dall’ingegner Domenico Barranca che intascarono a testa 20.164 euro all’anno? E l’ufficio stampa, costerà ancora ai sidernesi oltre 38.000 euro l’anno come quello di cui si avvalse lo stesso Figliomeni? Lo scopriremo a breve. Intanto, va ricordato che con la variazione di bilancio necessaria a istituire lo staff del sindaco e l’ufficio stampa «vengono assicurati e garantiti gli equilibri di bilancio» e che la stessa dovrà essere comunque sottoposta a ratifica da parte del consiglio comunale, visto che è stata adottata dalla giunta «data l’urgenza».
Salvaguardati gli equilibri di bilancio, rimane la questione di opportunità politica, visto che al di là della ratifica da sottoporre al civico consesso, sarebbe interessante conoscere il parere dei cittadini sidernesi sull’effettiva necessità o meno di istituire lo staff del sindaco e soprattutto permettere a tutti di valutare le attitudini professionali di chi ne farà parte e, a posteriori, i risultati che produrrà per il bene dell’ente e della comunità.

g.albanese@calabriaora.it

2 risposte a E io pago…

  1. Enzo scrive:

    Tutto colpa del Ctrl X, del Ctrl C e del Ctrl V
    ti sei fatto carico di leggerti le due delibere, la n. 82 e la n. 83 del 25 luglio 2011, ed hai fatto le tue considerazioni.
    Caro Gianluca, ti è sfuggito però che le due delibere, per le colpe di cui dicevo, costituiscono di fatto, entrambe, lo stesso Ufficio Staff del Sindaco.
    L’Ufficio Stampa sarà costituito, quando rimedieranno all’errore, con altra delibera.

  2. gianlucalbanese scrive:

    In realtà me n’ero accorto, Enzo. Solo che ho preso per buono il frontespizio della delibera che istituisce l’ufficio stampa. Quest’ultimo, poi, di fatto opera da tempo e io non ho nulla contro i colleghi che ne fanno parte, coi quali – anzi – ho un buon rapporto personale. Credo semplicemente che le delibere non si facciano così, con la trasparenza a singhiozzo, o a metà. I cittadini hanno diritto di sapere chi fa parte dell’ufficio stampa e dell’inutile staff del sindaco, perchè vogliono sapere come parte dei loro soldi viene spesa e, tornando all’allegato “A” misteriosamente occultato, vogliono sapere da quale altra posta del bilancio hanno preso i soldi per pagare staff e ufficio stampa. O dobbiamo sperare in un’impennata d’orgoglio dell’opposizione nel prossimo consiglio comunale?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: