Strepitosa Bandabardò!

In certi miei momenti forse oziosi, mi chiedo quale sia stata, negli ultimi quindici anni, la realtà musicale tale da farmi appassionare, acquistare gli album dopo aver conosciuto e apprezzato di tutto, dai grandi cantautori italiani al rock, passando per il reggae e la musica popolare. La risposta è semplice. A parte i fenomeni musicali della mia terra (Scialaruga, Loccisano, Mujura e Taranproject), la più bella novità della musica italiana degli ultimi tre lustri si chiama senza dubbio Bandabardò. Li conobbi a metà del decennio scorso e me ne innamorai – musicalmente parlando – subito. Un genere unico quello del gruppo toscano, che spazia dal rock alla canzone d’autore, a quella degli chansonnier con frequenti incursioni nella latino americana.

Ho acquistato a scatola chiusa su I-tunes il loro ultimo album “Il mago scaccianuvole” e mai acquisto fu così gradito. L’opera, infatti, è tra le migliori del loro repertorio.

Si apre con la titol-track che resta nel filone del viaggio in America latina con un richiamo quasi onirico all’arrivo del mago Oudinì. Prosegue con un altro omaggio ai personaggi della storia: dopo il “Che Guevara” di “Tre passi avanti”, stavolta è il turno della rivoluzionaria tedesca Rosa Luxembourg ricordata con affetto e allegria. La terza traccia “Spicchi di mele secche” è un affresco sulla cultura contadina, con affascinanti sonorità acustiche che accarezzano la mente dell’ascoltatore. La realtà contemporanea, invece, è protagonista di “Un paese cortigiano”, una sorta di inno di amore-odio verso l’Italia, della quale vengono descritti gli annosi problemi, gli scandali e anche le delizie. Una sorta di “Aida” di Rino Gaetano quarant’anni dopo. “Spogliati” è passione, ironia, introspezione sullo stile chansonnier, che costituisce il giusto preludio ad “Amore bellissimo”, perfetta sintesi tra una poesia sussurrata alla De Andrè e una sorprendente chitarra acida che ricorda quella dei Pink Floyd di “Animals” o “Shine on you crazy diamond”. A destare dala velata malinconia di quest’ultimo brano, ci pensa “Sant’Eustachio”, ode al protettore dell’udito, in pieno stile Angelo Branduardi e poi due brani scanzonati come “Godi” e “Come i Beatles”. Il finale è in crescendo: prima il lentaccio rock “Interessa la danza”, pieno di eros, e poi la cornucopia di ritmi, suoni e strumenti in “Preoccupato marasma”, fotografia del mondo contemporaneo visto dall’occhio sensibile dell’artista. Si chiude volgendo lo sguardo e l’attenzione verso civiltà che evidentemente hanno a cuore più di noi la spiritualità con “Hanno ragione loro”, che musicalmente ricorda il Battisti di “Nessun dolore”.
Insomma, si tratta di un grande album che non può mancare nella playlist degli intenditori di buona musica. Spero, un giorno, di poterli ascoltare dal vivo. Gli anni in cui suonavano al Blue Dahlia, infatti, sono lontanissimi e allora non li conoscevo😦

3 risposte a Strepitosa Bandabardò!

  1. anna villani scrive:

    complimenti vedo che sei letto in tutto il mondo !!! Come stai??? Fammi avere tue, sicuro, sposato e con figli. Meglio….ciao Gianluca…da roma….

  2. Virginia Danna scrive:

    Mia figlia è grande fan della Bandabarò ed è andata a sentirli l’altro ieri qui in provincia, a Vallata, un paese anche abbastanza lontanuccio da Avellino, ma nessuno avrebbe potuto trattenerla.
    Il giorno dopo le ho chiesto com’era stato il concerto e Giulia, che di norma ha un linguaggio aulico e anche abbastanza ricercato, stavolta mi ha risposto con un popolaresco e vasciaiuolo: ‘Uà, mà, e quanto aggio pariato!!!’

    Per quelli a sud di Napoli: pariare in passato significava digerire, oggi per i giovani significa divertirsi in maniera esagerata.

    Direi che deve essere stato un bel concerto, Gianluca, ti pare?😉

  3. Grande la Bandabardò!
    Dal vivo sono bravissimi, li ho ascoltati il 1° Gennaio 2008 a Lamezia Terme ed il 1° Maggio 2009 in Piazza Maggiore a Bologna…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: