Domande disarmanti

“Ma quelle dichiarazioni riportate oggi sono vere?”; “Ma è vera questa notizia?”. Non è raro, per chi fa questo mestiere, sentirsi rivolgere certe domande, spesso fatte in buona fede, direi quasi ingenuamente, senza tenere conto che mentre si rivolgono, si mette in dubbio la professionalità di chi quelle notizie ha scritto e quelle dichiarazioni ha riportato. Bisognerebbe avere sempre acceso il registratore o, per vendicarsi, chiedere al fruttivendolo se le mele nelle cassette esposte siano autentiche o OGM, se il caffè servito al bar è tratto dai semi della famosa pianta o un surrogato, e così via. Di chi è la colpa di tutto questo scetticismo? Dei politicanti? Sicuramente in parte: dall’attuale presidente del consiglio, fino all’ultimo politicante paesano, è tutta una corsa alla delegittimazione di questo mestiere, è tutto un tentativo di condizionarti, è tutto un evitarti, toglierti il saluto, discriminarti se hai scritto una verità per qualcuno scomoda. Personalmente, sono fiero del fatto che in certi contesti, solo una sparuta minoranza venga a salutarmi (di solito arrivo in anticipo e quindi sono già presenta quando gli altri giungono in sala), così come m’inorgoglisce il fatto che io non vada a “riverire” alcuno, anzi. Già, perchè forse la prima azione di sputtanamento di questa categoria arriva proprio da certi lacchè e conferenzieri da bar, che giocano al ribasso, svilendo, agli occhi dei loro interlocutori, l’intera categoria. Mi sa che i primi responsabili sono loro e non rimane che evitare accuratamente di comportarsi come i suddetti.

4 risposte a Domande disarmanti

  1. Pablo scrive:

    Caro Gianluca, resta quello che sei! Anche se per nuotare in un fiume andando contro corrente è più faticoso. E se per essere onesti e coerenti ti perdi qualche saluto fai una risata delle tue e passa avanti. La cosa più bella è sentirsi professionali, puliti e, soprattutto, liberi. Pablo.

  2. gianlucalbanese scrive:

    Grazie di cuore, Paolo. Ovviamente il fatto che i più non mi salutano non mi leva il sonno e – ahimè – nemmeno l’appetito🙂 Resta l’amarezza determinata dalla scarsa considerazione che molti politicanti hanno di questo mestiere. Ma tant’è.

  3. Virginia Danna scrive:

    In un mondo in cui tutto ha un prezzo, quello che destabilizza chi cerca di emarginarti è il fatto che tu non sia disposto a patteggiare. E non hanno scarsa considerazione: hanno paura. Direi che è perfetto così, no?😉

  4. gianlucalbanese scrive:

    Grazie Virginia,ma non vorrei esagerare. Sono solo uno libero, di quella libertà che può dare fastidio. Nulla più🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: