E’ il caso di ricordarlo?

“L’art.32, comma 1 della legge 18 giugno 2009, n.69 ha fissato al “1 gennaio 2010 [la data in
cui], gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità
legale si intendono assolti con la pubblicazione nei propri siti informatici da parte delle
amministrazioni e degli enti pubblici obbligati”. Per converso, il successivo comma 5 dello stesso
art.32 sancisce che “a decorrere dal 1 gennaio 2010 … le pubblicazioni effettuate in forma cartacea
non hanno effetto di pubblicità legale”. Il transito da un regime pubblicitario mediante affissione
degli atti presso un luogo fisico (l’albo pretorio) ad una pubblicazione su uno spazio virtuale (il sito
web dell’amministrazione) costituisce espressione dell’evoluzione tecnologica delle pubbliche
amministrazioni, nonché della volontà di intraprendere una diversa interazione con i cittadini”. E poi: “La pubblicazione presso i siti web di atti amministrativi consente una centralizzazione della
consultazione dei dati, atteso che chiunque è posto nelle condizioni poter visionare i documenti di
qualsiasi amministrazione, mediante un semplice collegamento alla rete internet”. Concetti scontati? Non da queste parti, visto che il gentile signore che l’altro pomeriggio mi ha fornito la copia di un atto comunale, ha badato bene a coprire la parte bassa del documento con un foglio bianco per occultarne il contenuto. Cosa non voleva farmi vedere? Evidentemente nulla di rilevante, visto che poi le ulteriori informazioni che mi servivano le ho prese dal web, stante la riforma per la trasparenza della pubblica amministrazione voluta da un Ministro che loro hanno votato e io no, ma al quale riconosco i meriti di aver compiuto una vera rivoluzione nell’accesso agli atti amministrativi. Brunetta come il Che, dunque. Almeno da questo punto di vista. Resta, per completare l’opera del ministro veneziano, un paziente lavoro del Governo teso a instillare la cultura della trasparenza in periferia, che ancora sembra latitare, almeno a giudicare da certi musi lunghi😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: