Il fascino perverso del “toso”

Lo confesso. Prima di cedere al sonno, anch’io ieri sera ho visto la fiction su Felice Maniero in onda su Sky cinema uno. Probabilmente perché non c’era niente di meglio in onda, e non per particolare stima nei confronti del boss del Brenta, detto anche “faccia d’angelo” – da qui il titolo della fiction – o, più semplicemente, il “toso”, il ragazzo. Aspetto la seconda parte che andrà in onda lunedì prossimo, ma intanto, qualche riflessione si può compiere. La prima sulla fiction. Tecnicamente è ben fatta e diretta, mostra sangue bagnato dalla Laguna e violenza in dialetto veneto, proprio negli anni in cui la mafia siciliana e meridionale in genere era già stata “celebrata” da “Il padrino” a “La piovra”. Ma siccome non vale il detto “mal comune mezzo gaudio”, ed è pure tardi per rammaricarsi del fatto che la mafia indigena del Nordest abbia fatto meno danni in termini d’immagine rispetto a quella meridionale, restano tanti aspetti rischiosi. Sarò moralizzatore quanto volete, ma in genere le fiction dedicate ai delinquenti creano un grande spirito di emulazione: non vidi in Tv “Il capo dei capi”, fiction di Canale 5 dedicata a Totò Riina ma il giorno dopo per strada i bambini ripetevano ossessivamente “Sono il capo dei capi”. E poi certe scene di sesso e seduzione viste ieri sono le stesse viste in centinaia di pellicole e sceneggiati: il fascino perverso del delinquente, che seduce le donne più belle, le “usa” e le scarta a suo piacimento. Elio Germano “Faccia d’angelo”, come Christopher Lambert ne “Il siciliano”. Volete che qualche adolescente meno colto e intelligente non si lasci sedurre da certi modelli che significano soldi, auto di lusso e sesso facile, in una vita fatta di rapine e violenze? Certo, la colpa non è del film, che descrive una situazione reale, ma probabilmente certi aspetti “goderecci” della vita dei criminali avrebbero potuto avere un’enfasi minore nella fiction, o no?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: