Viva la diga!

Riappropriarsi di quel vero e proprio tesoro rappresentato dalla diga sul torrente Lordo. È l’obiettivo dichiarato del movimento “Siderno Libera-Progressisti per l’Unità”, che da qualche mese sta conducendo uno studio sulle potenzialità dell’opera realizzata nei primi anni ’80 in contrada Pantaleo a Siderno, coinvolgendo tecnici del settore, istituzioni e forze politiche e associative cittadine. Ieri sera, nei locali dell’Ymca si è fatto il punto della situazione sull’attività tesa a rivalorizzare la diga, il suo percorso che si presta particolarmente ad attività escursionistiche (trekking, mountain bike ecc.), e il suo bacino, ideale per manifestazioni nautiche, in particolare per la vela. Una cosa, però, è stata ribadita a chiare lettere sia dal presidente Sandro Siciliano che dagli altri relatori: la battaglia per la valorizzazione della diga non è di una parte sola, ma deve coinvolgere tutti perché è patrimonio dell’intera comunità sidernese e locridea. Del resto, dai numerosi interventi registratisi ieri sera, è emerso che le potenzialità dell’opera (al momento inespresse) sono tantissime, non ultima la creazione di un polo del cosiddetto “turismo motivazionale” che individui la diga come percorso per la pratica sportiva sia dei normodotati che dei diversamente abili. Lo sostengono dall’associazione sportiva Fitmed, ma lo prevedeva anche la tesi di laurea del giovane architetto sidernese Danilo Campo, che pensava a sette aree tematiche con percorsi adatti a tutte le età. E la diga sul Lordo può e deve diventare l’occasione per segnare un’inversione di rotta rispetto alla tendenza alla cementificazione selvaggia che ha caratterizzato gli ultimi lustri, pensando prima di tutto alla tutela dell’ambiente di tutta la città e del comprensorio. “Non si può – ha detto il dirigente del Pd cittadino Paolo Fragomeni – parlare di turismo e lasciare il territorio nel caos e nell’abbandono. Troppe colate di cemento in Calabria negli ultimi cinque anni”. Il capogruppo democrat nel civico consesso della precedente consiliatura ha lanciato l’idea a tutti i consiglieri di opposizione tesa a chiedere una nuova variante del Piano Regolatore Generale che ripristini l’area di verde pubblico attrezzato nella zona di via Trieste alta, variata a sua volta negli anni scorsi per realizzare una concessionaria di automobili e che fu oggetto di aspra dialettica in consiglio comunale. Secondo Paolo Fragomeni “Tutte le aree comunali dismesse devono essere adibite a verde pubblico attrezzato”. Sulla diga, poi, ha ribadito un concetto già espresso da tempo: “La si colleghi al parco nazionale d’Aspromonte – ha detto – in modo che i vincoli tesi alla sua tutela siano effettivi e valgano per tutti, specie per le generazioni future”. Sandro Siciliano, dal canto suo, ha evidenziato la necessità di compiere ulteriori approfondimenti sul tema, dopo aver incassato, nei giorni scorsi, la disponibilità a collaborare da parte dell’attuale amministrazione comunale, mentre l’ingegner Macry Correale, che ha ripercorso l’excursus della diga, dall’idea del primo presidente del consorzio di bonifica Carafa, fino alla realizzazione negli anni ’80, ha espresso l’esigenza di tenere un convegno aperto sul tema, in cui possa cominciare a realizzarsi quella “conferenza di servizi di fatto” tra le diverse istituzioni coinvolte che possa essere lo strumento effettivo in virtù del quale si cominci a valorizzare la diga “il cui uso irriguo – ha spiegato – è assolutamente ridotto e marginale rispetto a quando l’opera fu concepita e realizzata e quindi bisogna concentrarsi sulle sue potenzialità turistiche”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: