Trecentosessantacinque

Trecentosessantacinque giorni. Oggi come allora quel caldo terribile di giorno e il vento che fa battere le porte di notte. Durante quest’anno a volte è stata più alba, altre più tramonto, ma è così che è andata. Voglio che tu sappia che qui è tutto in ordine, che sto bene, che ho imparato un sacco di cose e che, come sempre, me la cavo. Che ho un sacco di amici che mi vogliono bene e che so quello che conta davvero e quello che conta poco. Che anche se mi manchi tantissimo ti ritrovo sempre in ogni gesto di buonsenso, nei valori che mi hai trasmesso e in quella attitudine a preoccuparmi per le persone care.

5 risposte a Trecentosessantacinque

  1. Virginia Danna scrive:

    Quando non ci sarò più mi piacerebbe che mio figlio mi scrivesse una cosa così. Tua Madre sarà contenta.

  2. domenico scrive:

    caro amico, che parole meravigliose….

  3. simona scrive:

    ti voglio bene :*

  4. antonella scrive:

    sei stato molto forte in questo anno…mi hai sorpresa davvero..non è facile imparare a convivere serenamente con tali assenze..il dolore, se affrontato nel giusto modo, aiuta anche a
    migliorarsi

  5. lirì scrive:

    Mi hai fatto piangere… grazie. Lirì

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: