‘A vintimila

presentazioneLenteLocale

Nel gergo degli elettricisti nostrani “‘a vintimila” simboleggia l’alta tensione, quella dei tralicci pericolosi, che se prendi la scossa ci rimani secco. Per noi è un numero bellissimo. Un mese esatto fa, verso quest’ora, iniziavamo ad essere on line. Iniziavamo le nostre “trasmissioni”. E proprio oggi abbiamo superato i ventimila visitatori in un mese. Pare che sia un buon numero per una testata giornalistica che per scelta editoriale ha deciso di occuparsi esclusivamente delle cose del proprio comprensorio, della propria terra, scartando tutto quello che non la riguarda. Ho sempre creduto in questo progetto, in quest’idea e in questo gruppo, ma non mi sarei mai aspettato che in appena un mese avremmo conquistato questa centralità nel panorama dell’informazione locridea. Non lo immaginavamo perché da sempre preferiamo pensare a servire i nostri lettori, i nostri veri “padroni”, noi che associandoci abbiamo scelto di non avere padroni, cercando di garantire loro un’offerta informativa tale da “cliccarci” almeno una volta al giorno. E allora, senza mai perdere la bussola, senza smarrire la nostra missione originaria, oggi pensiamo a noi, a questo mese che è appena trascorso, ai lunghi mesi di preparazione e all’entusiasmo del primo giorno che non ci ha mai abbandonato, semmai è cresciuto. Non so voi, ma sento che è come se ci fossimo sempre stati, come se questo piccolo traliccio piantato un mese fa fosse parte del panorama di questa terra da una vita. Buon segno. In questo mese la tastiera del computerino bianco ne ha subiti di “colpi” dai polpastrelli delle dieci dita. Dietro il dorso con l’adesivo della nostra testata piazzato sopra la mela luminosa è passato di tutto. Approfondimenti politici, notizie di cronaca, eventi sportivi, culturali e di costume. Tutto subito, tutto in tempo reale, tutto libero. Senza filtri, senza la paura di toccare i fili scoperti, nemmeno con quei pochi corsivi caustici che qualche orticaria l’avranno pure suscitata. Siamo solo all’inizio, siamo in una fase ancora embrionale, ma siamo già contenti di quello che stiamo facendo. Ma la cosa che mi rende più orgoglioso di tutte è questo gruppo, questi sei compagni di viaggio che non cambierei con nessun altro al mondo. Questo settebello che è quasi completamente un setterosa fatto di grandi persone ancor prima che di bravi mestieranti. Perché non c’è capacità professionale che possa passare sopra alle qualità personali di ognuno di loro. Noi che ci siamo scelti senza alcun condizionamento, noi che ci sentiamo tutti i giorni, noi che non abbiamo bisogno di alcun tipo di sollecitazione per dare ogni giorno il massimo, sappiamo che siamo solo all’inizio. Ma la partenza è buona, e chi ben comincia è a metà dell’opera. Siamo solo noi. Noi, l’embrione che sta crescendo. Un mese fa quasi non ci credevamo, oggi ci siamo per fare quello che vogliamo e amiamo fare. Perché nessun attestato o patetino potrà mai certificare la gioia di essere gruppo, di essere noi. Alè

Una risposta a ‘A vintimila

  1. simona scrive:

    è vero solo noi e i nostri lettori, la voglia di fare un’informazione giusta, corretta, a volte un pò scomoda, ma sempre è solo informazione! Abbiamo creato un giornale libero e su questa libertà ogni giorno attimo dopo attimo diamo il meglio di noi! Un noi che si ripete come un moto ondoso infinito! Continuiamo così, insieme per dare ai lettori l’informazione che loro si aspettano da Noi!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: